SiteGround è ora conforme al GDPR

Più di un anno fa, SiteGround ha avviato un importante progetto di preparazione per il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR), una nuova legge pensata per proteggere i dati personali e la privacy dei cittadini Europei. Lavorando su questa implementazione ci siamo resi conto che i principi generali che stanno alla base della legge sono molto positivi per gli utenti.
Il nuovo regolamento punta a rendere il trattamento dei dati personali più trasparente e di fornire ai cittadini il controllo sui propri dati. Anche se il GDPR si applica soltanto ai cittadni dell'Unione Europea, abbiamo deciso di andare oltre ed applicare le stesse ottime policy a tutti i nostri utenti, a prescindere dalla loro cittadinanza o località. Le nuove regole saranno effettive dal 25 Maggio 2018. I seguenti due documenti applicano queste regole ai nostri servizi:

  • La nostra Politica sulla Privacy, che descrive come raccogliamo, utilizziamo, condividiamo e trattiamo i dati personali dei Clienti.
  • Il nostro Accordo per il Trattamento dei Dati (DPA), che regola le nostre responsabilità in qualità di host, e che consente quindi anche ai nostri Clienti di avere siti web compatibili con il GDPR, se necessario.

Leggi di più

Parliamo di GDPR. Che cos’è e come ci stiamo preparando ad affrontarla in SiteGround?

Stiamo ricevendo sempre più richieste da parte dei clienti che chiedono se SiteGround sarà GDPR-compliant e come questo influirà sui nostri servizi. In questo post, spiegherò cosa abbiamo fatto per renderci conformi, cosa vuol dire essere GDPR-compliant, cosa puoi aspettarti da noi nel prossimo mese (prima del 25 maggio 2018) e come prepararti per il GDPR.

L'uso dei nostri dati personali da parte delle aziende è indiscutibilmente l'argomento più “caldo” in questo momento e pensiamo che nessuno dubiti dell'importanza di avere normative che prevengano abusi e migliorino la sicurezza di questi dati. Il Regolamento generale sulla protezione dei dati - GDPR, che entrerà in vigore il 25 maggio 2018, mira a fare proprio questo: regolare il modo in cui i dati personali degli individui, nel territorio dell'UE, vengono raccolti e utilizzati. Definisce quali sono i dati personali, ossia la maggior parte dei dati utente (nome, e-mail, username, indirizzo, numero di telefono, dati finanziari, età, dati comportamentali e altro), e obbliga chiunque ad agire in conformità con il regolamento qualora i dati appartengano a un individuo dell’UE. Non importa dove si trova la persona o l’ente che elabora i dati.
Leggi di più

I maestri del Web: la storia di Salvatore Aranzulla

Come ha fatto un giovanissimo ragazzo di un paesino siciliano a diventare il re dell’ “How to” italiano? Oggi siamo felici di condividere con voi la nostra intervista a Salvatore Aranzulla per conoscere la sua storia e avere qualche consiglio utile direttamente da lui.
Salvatore è un vero maestro del web che ha saputo coltivare la propria passione e tradurla in business dando vita, alla sola età di 12 anni, ad Aranzulla.it.
Leggi di più

Parliamo di migrazione di siti web

Ciao Sitegrounders, eccomi di nuovo per parlarvi di un servizio che merita di avere i riflettori accesi su di se: la migrazione del sito. In qualità di azienda di web hosting, ci troviamo continuamente a trasferire migliaia di siti web in diversi modi. Le migrazioni più impegnative si verificano quando vengono cambiate le location dei data center. In tali occasioni arriviamo a trasferire circa 300 TB di dati. Di solito ciò avviene tramite cavo, ma è capitato anche di aver spostato fisicamente i nostri server, trasportando i siti web letteralmente con dei camion! 😀
Leggi di più

I maestri del web: gestire un’azienda tecnologica e insegnare a essere felici

Oggi siamo felici di condividere con voi una nuova intervista della nostra serie, questa volta con David Henzel, ex MaxCDN e attuale consulente di impresa. David è una di quelle rare persone che non hanno paura di fare grandi cambiamenti nelle loro vite. Con un enorme talento imprenditoriale, ha co-fondato la famosa compagnia tecnologica MaxCDN, si è trasferito dall'Europa agli Stati Uniti per sviluppare e far crescere la sua attività e, dopo averla venduta nel 2016, ha deciso di fare un'altra mossa significativa: stabilirsi a Bodrum, in Turchia, e iniziare totalmente da zero un nuovo progetto.
Leggi di più