Linkedin non funziona! O dobbiamo utilizzarlo nel modo corretto?

Nel 2021 non possiamo permetterci di essere presenti su Linkedin in modo approssimativo e di non sfruttarlo per il business.

Linkedin non funziona? Come ogni altra piattaforma ha il suo linguaggio, il suo “galateo”, il suo modo di essere e siamo noi a doverci adattare. Se usato in modo corretto, permette di entrare in contatto con partner, fornitori e prospect, “semplicemente” condividendo know-how e dimostrando ciò che si sa realmente fare.

Pamela Nerattini, formatrice e consulente Linkedin, Innovation Manager presso il MISE e membro del Mensa, in questo webinar ci mostra:

  • Come ottimizzare in chiave SEO il proprio profilo
  • Le “best practice” per l’interazione e per i contenuti
  • Come costruire un network in ottica business

Scarica le slide della presentazione di Pamela Nerattini
(Qualità ridotta per download rapido)

Scopri il libro di Pamela Nerattini:
Linkedin per chi cerca un (nuovo) lavoro

Come sempre vi chiedo di commentare il webinar, in modo da avere un feedback su come è andato e su come vorreste che fossero i prossimi. Sentitevi liberi di dare suggerimenti e di richiedere gli argomenti futuri che vorreste fossero affrontati. Consiglio di dare uno sguardo anche agli altri nostri webinar e seguirci sul canale YouTube di SiteGround Italia.

Nota: come al solito eravate tantissimi e non siamo riusciti a  rispondere a tutti in diretta. Abbiamo girato le domande a Pamela e qui di seguito trovate le sue risposte.

Iscriviti per
altri fantastici contenuti!

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter mensile con gli ultimi contenuti utili e le offerte SiteGround.

Grazie!

Per favore, controlla la tua email per confermare l’iscrizione.

Contattare un HR, con un messaggio interessante, sempre dopo aver impostato il profilo Linkedin con contenuti interessanti e completi su casi studio e materie d’interesse, è corretto?

Dipende a che punto si è.

Se si vuole contattare un recruiter interno all’azienda dove non ci sono posizioni aperte, si può chiedere se accettano candidature spontanee e su quale piattaforma.

Se invece si è già andati a colloquio e non è andato si può chiedere di restare in contatto per esigenze future.

Per gli head hunter verticalizzati si può direttamente chiedere di entrare a far parte della rete in quanto espert* di quel settore e quindi interessato ad essere nella rete per eventuali nuove posizioni.

Come si può calcolare lo score delle interazioni sui post o sugli articoli che condividiamo, come calcolare il loro valore?

L’engagement ovvero il coinvolgimento è la percentuale data dalla somma delle interazioni (consiglia, commenta, condividi) diviso il numero delle impression (la reach).

Però la cosa più interessante è capire se il post è uscito dalla propria cerchia di 1° ed è arrivato a persone di 2° e 3° (la famosa viralità). Oltre a questo è bene guardare se queste persone sono poi andate sul tuo profilo e quante di queste hanno chiesto la connessione.

Sondaggi Linkedin: li ho appena sperimentati e il risultato è stato del tutto inaspettato. Vorrei sapere che ne pensi?

Sono molto utili per diversi motivi. Innanzitutto perché sono l’ultimo formato nato in casa Linkedin, pertanto hanno una reach superiore e poi perché sono diretti, l’interazione è veloce. In ultimo, ma non per importanza, si può davvero fare domande al proprio target e chiedere aiuto, consigli o informazioni, etc. Quindi utilizzateli!

Puoi dare qualche consiglio su come leggere meglio le statistiche di linkedin dei post? Non sono chiarissime.

Numero visualizzazioni, ovvero quante volte è apparso nel feed di qualcuno 

Il 147 indica il numero di consiglia effettuati (poi entrando dentro si vede il tipo di interazione, ovvero con quale emoji)

47 sono i commenti, ovvero le persone che hanno scritto sotto il post.

Entrando dentro il numero di visualizzazioni si può inoltre vedere il ruolo, l’azienda di provenienza e la geolocalizzazione di chi ha visto il post, per capire se si stanno raggiungendo persone in target.

Entrando dentro il numero di visualizzazioni si può inoltre vedere il ruolo, l’azienda di provenienza e la geolocalizzazione di chi ha visto il post, per capire se si stanno raggiungendo persone in target.

Consigli di usare Linkedin per un eCommerce?

Presto le pagine aziendali avranno anche le pagine prodotto (in roll out attualmente negli USA), con tanto di link esterno alla scheda prodotto e le stelline per la valutazione stile marketplace. Pertanto in quel momento sarà ancora più interessante. Al momento tutte le aziende dovrebbero comunque avere una pagina linkedin, se il loro target è presente sulla piattaforma. 

Ci puoi fare degli esempi di “post perfetto”?

Ovviamente era una provocazione, il post perfetto non esiste.

Il post perfetto è quello interessante per il network, che da un valore aggiunto!

Tuttavia per quanto riguarda la struttura ecco un esempio:

Questo è un esempio di video condiviso che è diventato virale ed è stato messo in evidenza da LinkedIn stesso.

Innanzitutto dopo aver messo il link del video ed essere apparsa l’immagine, il link va cancellato.
Il testo è suddiviso in paragrafi in modo da dare spazio alla lettura.
Vi è un titolo, io uso il maiuscolo, ma è il mio stile, le persone però sanno già di cosa si parla.
Oltre ad aver dato informazioni utili e pertinenti, spero ;-), la fine è una call to action, ovvero chiedo alle persone di interagire e commentare ponendo una domanda.
Si termina con gli hashtag, in questo caso ne ho usato 1, ma si può arrivare a 3! La cosa fondamentale è rispondere alle domande della propria audience!

Inoltre non guardate solo il mio stile, ognuno ha il proprio, pertanto guardate i post nel vostro feed e capite quali attirano di più l’attenzione e perché.

author avatar
Luca Rodino

Digital Marketing Strategist

Luca è un nativo digitale con la passione per il marketing! Rientra perfettamente nella fascia dei Millennials e si fa portavoce di un mondo che sta cambiando lanciandosi in sfide “markettare” che ci aiutano, attraverso i nuovi media, a essere sempre più presenti e vicini a tutti voi.

Webinar

Inizia la discussione

Sei pronto a iniziare il tuo sito?

Scegli un piano di hosting, crea o trasferisci il tuo sito in pochi click e fai crescere la tua presenza online!

Inizia subito Parla con un esperto