Come creare landing page che convertono in modo efficace

Sebbene tecnicamente qualsiasi pagina del tuo sito potrebbe essere una landing page, non tutte le pagine sono create per generare vendite e lead. Quando cerchi di convertire i tuoi visitatori in clienti, una landing page efficace e ben sviluppata può essere la pagina più importante del tuo sito.

Le landing page hanno un unico scopo: convincere il lettore a registrarsi per il tuo prodotto.

Quando qualcuno visita la tua landing page, deve avere abbastanza informazioni sulla tua offerta per decidere se vuole diventare un cliente.

Non stai vendendo un prodotto o un servizio, stai vendendo i vantaggi dell’utilizzo del tuo prodotto. Il tuo cliente vuole superare un problema tramite ciò che offri. Devi mostrare come puoi aiutare le persone a non avere più preoccupazioni.

Quando si parla di “creazione di landing page che convertono” si potrebbe sviluppare un’intera serie di articoli. Io oggi voglio darti una formula semplice per raggiungere agevolmente i tuoi clienti.

È il metodo Head, Heart & Hands che tradurremo qui in: Testa, Cuore, Mani. La landing page del tuo prodotto deve toccare ciascuno di questi elementi per essere veramente efficace.

Testa

Fai capire cosa offri.

Fornisci una spiegazione chiara e definitiva di come funziona il tuo prodotto e come può risolvere uno specifico problema. Le statistiche e i dati sul settore sono di solito di supporto. Rendi chiaro ai clienti perché hanno bisogno del tuo prodotto per risolvere il problema (e perché esso sia un problema, tanto per cominciare).

Cuore

Fai in modo che si interessino.

Empatia significa mettersi nei panni del cliente. Se comprendi i tuoi clienti, puoi fare in modo che si interessino a quello che offri e soddisfare le loro esigenze. Il tuo prodotto non è l’eroe della storia, sono i clienti stessi ad esserlo.

Descrivi lo stato precedente all’utilizzo del tuo prodotto (quello che i tuoi clienti vivono ora) e quello successivo (come si sentiranno dopo aver usato il tuo prodotto). Pensa anche ai loro bisogni secondari, come ad esempio impressionare i loro superiori per la scelta del tuo prodotto.

Mani

Falli agire.

Senza un chiaro invito all’azione, anche la migliore landing page non servirà a nulla. L’obiettivo della tua pagina è portare un visitatore a compiere un’unica azione: diventare un cliente.

I must-have di una landing page

Poiché l’obiettivo della landing page del tuo sito è portare i visitatori ad agire, ci sono diversi elementi da considerare quando crei la tua pagina.

Un titolo accattivante

Hai solo pochi secondi per catturare l’attenzione del tuo lettore. Il titolo è il tuo amo da pesca. È qui che inizia il viaggio per il tuo cliente, quindi cerca di far sapere cosa lo aspetta se continua a leggere.

Il tuo titolo deve essere abbastanza interessante da indurre il lettore a voler andare avanti. Non è il momento di essere misteriosi o criptici. Fai sapere ai tuoi clienti, nel modo più sintetico possibile, che questo è il “biglietto d’oro” che gli aprirà le porte di un nuovo viaggio.

La storia introduttiva

Ora è il momento di spiegare più nel dettaglio il valore che puoi offrire al cliente. L’introduzione è dove racconti al lettore la “unique selling proposition”. Questa è fondamentale per far si che il visitatore prosegua nella lettura.

L’introduzione è un’opportunità per ricordare ai tuoi clienti quanto il loro problema sta costando loro tempo o denaro. Se scrivi con empatia e ti relazioni nel linguaggio più adatto a loro, sentiranno che capisci i loro bisogni.

L’introduzione non dovrebbe essere un’intera pagina, ma deve essere abbastanza lunga da indicare il problema, come il tuo prodotto lo risolverà e i vantaggi che il cliente può aspettarsi.

L’offerta

Una volta che il tuo lettore capisce che conosci il suo problema e si fida di te, è il momento di andare più nel dettaglio. Descrivi le funzionalità del tuo prodotto, fai confronti con altri prodotti e dai dettagli sul funzionamento.

Questo è il momento in cui mostri in che modo il tuo prodotto è migliore, più semplice, più veloce, più economico, etc. Rafforzerai al contempo l’idea che il tuo prodotto risolverà davvero il problema dei clienti. Considera eventuali ostacoli o obiezioni che il visitatore potrebbe sollevare e affrontali direttamente in questa sezione.

Il prezzo

Se desideri ottimizzare i tassi di conversione, nella tua landing page deve essere presente una sezione chiara e semplice dei prezzi e delle opzioni che offri.

Ci sono casi di servizi offerti che richiedono di parlare con un potenziale cliente prima di definire il prezzo. In questi casi i prezzi possono essere omessi dalla pagina, ma tutti gli altri principi sopra descritti si applicano ancora.

Testimonianze 

Le testimonianze sono un modo efficace per rassicurare i potenziali clienti che offri un prodotto di qualità. Una buona testimonianza rafforza il valore per il tuo cliente.

È inoltre importante inserire qualsiasi premio o riconoscimento che potresti aver ottenuto. Tuttavia, ricordati di non inserire collegamenti a nessuna di queste pagine esterne. Vogliamo che il visitatore clicchi sulle nostre call-to-action e qualsiasi altro elemento sarebbe un disturbo dal nostro obiettivo.

Call-to-action

Questo è il momento finale. Riuscire a fare in modo che il visitatore clicchi sul pulsante “Acquista ora” (ma spero che tu stia facendo A/B testing su cosa dice il pulsante!).

La tua CTA è grande, visibile e si distingue dal resto della pagina. Deve attirare il lettore ed essere chiara sull’azione che vuoi che il visitatore compia. Il visitatore si aspetta un pulsante e sa esattamente cosa succederà quando lo cliccherà.

Landing page “Nice to Have”

Sono sicuro che hai visto almeno una volta una landing page che sembrava non finire mai. C’è un delicato equilibrio tra il proporre informazioni sufficienti per consentire al cliente di prendere una decisione e il travolgerlo di contenuti.

Quelli elencati sopra sono gli elementi essenziali. Senza questi elementi, la tua pagina non è una landing page. Tuttavia, ci sono alcuni elementi aggiuntivi che potresti voler aggiungere alla tua pagina:

  • Immagini, illustrazioni, screen o mockup
  • Un video esplicativo
  • Offerte extra
  • Loghi di clienti esistenti
  • La tua biografia o una breve descrizione della tua azienda
  • Una garanzia soddisfatti o rimborsati
  • Sigilli di qualità (premi, certificazioni, partnership, classifiche)
  • FAQ
  • Un CTA alternativa (come Ordina una Demo)

Cosa non includere

È importante sapere non solo quello che devi mettere sulla tua landing page ma anche ciò che devi lasciare fuori. Ricorda che una landing page efficace spinge un visitatore ad un’azione singola. L’aggiunta di troppe distrazioni o scelte ridurrà il tasso di conversione della tua pagina.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di cosa evitare:

  • Collegamenti social
  • Menu di navigazione (va bene avere solo un link per tornare al tuo sito, di solito sul logo)
  • Form complessi
  • Annunci
  • Sidebar
  • Iscrizione alla newsletter
  • Tutto ciò che non porta direttamente il visitatore a effettuare l’acquisto

Non dimenticare di dire grazie!

La tua pagina di ringraziamento, quando il cliente completa l’acquisto, è il posto dove mettere tutto ciò che hai lasciato fuori dalla landing page. Questa è una grande opportunità per spiegare al cliente i passaggi successivi (creare un account, controllare l’email, etc.).

Ricorda sempre, ogni singolo elemento sulla tua landing page ha un unico scopo: portare il tuo visitatore ad agire e acquistare. Affinché una landing page abbia successo, devi scrivere un testo chiaro e conciso, mantenere gli elementi sulla pagina al minimo e fornire un unica e chiara call to action per guidare il cliente lungo il percorso d’acquisto.

Con un’attenta pianificazione e i giusti test vedrai sicuramente un aumento delle conversioni e delle vendite!

Mike Hale

Product Led Growth Marketer

Mike Hale è il proprietario di un'agenzia di digital marketing e sviluppo siti, che combina design, brand identity e strategia per aiutare i clienti a raggiungere i loro obiettivi. Dal 2011 sviluppa e lavora con WordPress e vanta oltre 20 anni di esperienza nello sviluppo software, lavorando sia per startup, sia per aziende rientrate nella lista Fortune 500. È inoltre uno degli Ambassador WordPress di SiteGround.

Business

Inizia la discussione

Sei pronto a iniziare il tuo sito?

Scegli un piano di hosting, crea o trasferisci il tuo sito in pochi click e fai crescere la tua presenza online!

Inizia subito Parla con un esperto