Google Analytics 4

Google Analytics 4: affrontare il cambiamento senza sforzi

Google Analytics 4 non è una nuova versione di Analytics, ma un vero e proprio cambio di paradigma. Questo però non deve spaventare. Abbiamo di fronte una grande opportunità: riappropriarci del processo di raccolta e lettura dei dati. Universal Analytics ci aveva abituati ad una lettura “passiva” del dato. Con GA4 tutto il processo di analisi torna nelle nostre mani e ci fornisce l’opportunità di poter fare ragionamenti data driven.

Le prime ore con GA4 non sono facili. L’interfaccia è completamente diversa, così come le metriche e le dimensioni principali. Ma come vedremo, Google Analytics 4 è uno strumento incredibilmente potente e funzionale, ed una volta superata la curva di apprendimento iniziale non vorremmo mai più tornare indietro.

Guarda il webinar

In questo webinar Enrico Chiolo, Digital Analyst & Tracking Specialist in Loop e docente presso l’ADS School di Marketer, ci mostrerà le principali novità di GA4 (e non sono poche) e un’approccio “pratico” da applicare a questo strumento.

Guarda le slide della presentazione di Enrico Chiolo 👇

In ultimo condividiamo il modello del Piano di Tracciamento creato da Enrico Chiolo per permettervi di capire in modo semplice cosa tracciare sul vostro sito o blog.

Come sempre vi chiedo di commentare il webinar, in modo da avere un feedback su come è andato e su come vorreste che fossero i prossimi. Sentitevi liberi di dare suggerimenti e di richiedere gli argomenti futuri che vorreste fossero affrontati. Consiglio di dare uno sguardo anche agli altri nostri webinar e seguirci sul canale YouTube di SiteGround Italia.

Per qualsiasi domanda, non esitate a commentare sotto questo articolo. 🙂

Email di accesso inviata!

Iscriviti per
altri fantastici contenuti!

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter mensile con gli ultimi contenuti utili e le offerte SiteGround.

Grazie!

Per favore, controlla la tua email per confermare l’iscrizione.

Le vostre domande su Google Analytics 4

Si parla di “illegalità” di UA. GA4 risolve il problema? Se sì, come lo risolve?

Google Analytics 4 idealmente risolve molti problemi. Io non sono un esperto della materia ma, da quello che si sa, il problema fondamentalmente è l’inoltro di informazioni personali dell’utente verso gli Stati Uniti. Queste informazioni vengono prese e conservate all’interno di server che sono presenti negli Stati Uniti. Ma gli USA hanno una una gestione dei dati diversa e meno protettiva rispetto a quella dell’Unione Europea. Quindi l’UE non può garantire la privacy di quei dati una volta inviati su serve USA.

Google ha dichiarato che per GA4 sposterà tutti i dati degli utenti residenti in UE su server localizzati in UE. Non abbiamo una data precisa ma sappiamo che è un’azione che Google si è impegnato a intraprendere al più presto.

In realtà Google Analytics 4 ha anche degli strumenti di gestione della privacy migliori rispetto a Universal Analytics. Un esempio è il fatto che UA, per capire la geolocalizzazione dell’utente, utilizza l’indirizzo IP che è un dato personale. GA4 invece, sfrutta un processo attraverso il quale non viene memorizzato l’IP dell’utente finale per ricavare il dato di geolocalizzazione.

Si possono migrare i dati da Universal Analytics a Google Analytics 4?

UA e GA4 sono due strumenti diversi. Difficilmente traccerai in GA4 le stesse cose che tracci oggi in Universal. Il mio consiglio è cominciare con un’installazione ex novo senza importare i dati da UA. Potrebbe sembrare controproducente ma in realtà Universal Analytics smetterà di ricevere dati a Luglio 2023 mantenendo però i dati presenti fino a quel momento. Quindi avrai tempo per lavorarci sopra ed esportarli e si presuppone che quando interromperanno del tutto il supporto i dati in UA non saranno ormai più utili.

Conviene sempre passare per Google Tag Manager oppure usare Google Site Kit e configurare solo Google Analytics 4?

Consiglio di passare da GTM. Google Site Kit, soprattutto per WordPress, funziona di meno. Con GTM, da un unico strumento, riusciamo a gestire e installare tutti tutti i codici di monitoraggio. Consiglio sempre di esplorare Google Tag Manager perché è uno strumento che non richiede competenze tecniche e tramite esso è possibile non solo installare GA4, ma anche fare tutto il tracciamento.

Come si fa ad attivare un GA4 server side in Europa?

Avete due soluzioni. Non è che attivi Google Analytics 4 su Server Side ma fai l’installazione tipo server side. Come funziona in generale un tracking server side? Parte tutto dai Google Tag Manager. Generalmente i dati all’utente vengono inviati dal suo browser. L’utente compie un’azione sul nostro sito, io mi accorgo che è avvenuta questa azione e tramite il suo browser invio l’evento a Google Analytics. Quindi il passaggio è mio sito > browser dell’utente > Google Analytics 4. Questo è un problema perché l’utente potrebbe avere AdBlock attivo o potrebbe essere in movimento e perdere la connessione, quindi potresti perdere questo dato. Per bypassare questa cosa puoi passare da un server esterno, quindi non chiedi più all’utente di inviare il dato a Google Analytics 4, ma lo fai direttamente tu, passando da un tuo server. Nel fare questo passaggio, puoi decidere dove posizionare il server di collegamento con Google Cloud stesso o altri servizi.

Nella maggior parte dei casi, se avete un sito piccolo o un blog consiglio tuttavia di tenere un GA4 normale. Non c’è la necessità di dover fare un tracciamento server side.

È sicuro che Universal Analytics sarà rimosso o non è ancora sicuro?

Sì, la decisione è presa! Potranno esserci forse estensioni nella deadline di Luglio 2023, ma non avrebbe senso se Google mantenesse uno strumento che ha dei limiti e che non è più il linea con i tempi.

Se un sito usa già Google Analytics 4 e inutile utilizzare anche Universal Analytics?

Se UA è già configurato puoi lasciarlo e mantenerlo e iniziare ad imparare a usare GA4. Se invece il sito è nuovo e utilizza GA4 perché è stato creato con quello, allora non ha senso configurare UA.

Google Analytics 4 riesce a tracciare le varie sessioni con le restrizioni introdotte da iOS14?

In questo caso un tracciamento server side ti aiuta molto, al netto del consenso dell’utente. Con il server side non ti basi più sul dispositivo dell’utente per inviarti i dati degli eventi.

Cosa consigli per il tracciamento tramite GA4 di un sito WordPress?

Google Tag Manager per WordPress è la soluzione che consiglio e utilizzo sempre. Non saprei consigliare altri plugin ma GTM è ottimo.

Esiste una guida per la gestione degli eventi eCommerce e dove è possibile reperirla?

Tutti gli eventi eCommerce sono eventi consigliati. Quindi se vai sulla parte della documentazione in cui ci sono gli eventi consigliati, trovi quali informazioni GA4 deve ricevere.

Purtroppo una guida onnicomprensiva non non è facile da avere, perché gli eventi a Google Analytics 4 tu puoi inviarli in due modi: tramite Google Tag Manager o tramite codice direttamente sulla pagina. Puoi trovare guide sugli inoltri da GTM altrimenti, se hai uno sviluppatore, basta mandargli la documentazione e ci metterà 3 minuti a fare tutto tramite codice.

avatar autore
Luca Rodino

Partners & Affiliates Program Manager

Luca gestisce le partnership e il programma affiliati in SiteGround, oltre ad essere in prima linea nello sviluppo dei servizi per il mercato italiano. Lavora nel mondo del web da oltre 10 anni come manager d'azienda e consulente per la trasformazione digitale, sviluppando relazioni con brand e persone in tutto il mondo. Amante della natura, dei viaggi e del caffè. Appena può, Luca si avventura in posti esotici, preferibilmente in mezzo al nulla… anche se è difficile trovare un buon Espresso lì.

Webinar

Inizia la discussione

Post correlati

Sei pronto a iniziare?

Sei pronto a iniziare?

Scegli un hosting che ti aiuti a lanciare e a far crescere il tuo progetto. Nessun rischio con la nostra garanzia di 30 giorni soddisfatti o rimborsati!