SG Optimizer 5.6 - Controllo dell'Heartbeat, ottimizzazione automatica del database e molto altro!

Abbiamo appena lanciato l’ultimo importante aggiornamento del plugin SG Optimizer. La nuova versione migliora notevolmente quella che è già la migliore soluzione per le performance del tuo sito, se è ospitato su SiteGround! Se segui il registro delle modifiche del plugin, noterai che negli ultimi anni abbiamo costantemente migliorato e aggiunto sempre più funzionalità trasformandolo da un semplice connettore ai nostri sistemi di cache, a una soluzione per le prestazioni dei siti WordPress. Ora sono entusiasta di guidarti attraverso le ultime funzionalità che ti aiuteranno a rendere il tuo sito ancora più veloce:

Controllo dell’Heartbeat di WordPress

L’API Heartbeat consente al tuo browser di comunicare con WordPress quando accedi al pannello di amministrazione. Questa funzionalità consente di gestire attività pianificate, le revisioni di post e pagine, il blocco dei post quando qualcun altro lo sta modificando e tanto altro.

Sebbene sia un’ottima funzionalità, può causare un uso eccessivo della CPU se non viene monitorato. Ad esempio, se lasci aperte sul tuo browser un paio di finestre con la pagina di modifica dei post, questo eseguirà uno script salvando il tuo contenuto come bozza (per ogni finestra) ogni 15 secondi. Questo da solo provoca 480 esecuzioni all’ora e 11520 al giorno.

La maggior parte delle persone non ha bisogno di tutti questi salvataggi. Ad esempio, se stai scrivendo un post sul blog, avere un salvataggio ogni 3 minuti va benissimo. Con le nuove impostazioni di SG Optimizer, puoi disabilitare completamente l’API Heartbeat se non hai alcuna funzionalità che lo richiede, oppure puoi impostarlo per funzionare a intervalli molto più lunghi. Noi di default lo disabilitiamo nelle pagine di amministrazione e front-end e lo lasciamo solo per la modifica dei post, in modo da essere eseguito ogni 180 secondi.

Gestione automatica del database

Questa ottimizzazione è davvero importante per i siti WordPress ma spesso trascurata dai webmaster. Ecco perché l’abbiamo aggiunta al plugin e la impostiamo per essere eseguita ogni settimana. L’attivazione di questa funzione pulirà automaticamente i commenti spam, i post e le pagine nel cestino, eseguirà un’ottimizzazione della tabella e cancellerà tutti i transient scaduti dal tuo database. Fondamentalmente, sarai sicuro che il tuo database sarà in ottime condizioni senza dover eseguire le stesse attività manualmente ogni volta.

Pre-fetch dei DNS

Con questa opzione puoi facilmente aggiungere tutti i domini esterni che il tuo sito utilizza in modo che possa dire ai browser di recuperarli prima e risparmiare tempo ogni volta che vengono utilizzati da una risorsa.

I browser sono piuttosto intelligenti quando si tratta di risoluzione del dominio e pre-fetch dei domini esterni. Riescono a evitare di risolvere più volte lo stesso dominio. Ma il loro pre-fetch automatico non funziona sempre. Ad esempio, se hai risorse esterne nei tuoi CSS e JS, questi non verranno automaticamente recuperati dal browser. Questo è il motivo per cui abbiamo aggiunto un’opzione in SG Optimizer in cui puoi elencare tutti i domini esterni e assicurarti che i browser abbiano gli indirizzi IP di quei domini pronti per l’uso. Questa funzione aiuta a ridurre i tempi di caricamento della pagina.

Integrazione memcached migliorata

Memcached è un’ottima funzionalità di ottimizzazione, ma a causa dei limiti obbligatori di Memcached funziona solo per oggetti di dimensioni inferiori a 1 MB. Questo è più che sufficiente nel 99% dei casi, ma poiché sempre più plugin e temi stanno lanciando enormi blocchi di dati nella tabella delle opzioni, abbiamo iniziato a notare che ci sono sempre più richieste di utilizzare Memcached per oggetti più grandi. Questo è il motivo per cui abbiamo escogitato un modo intelligente per usare Memcached anche in questi casi. Abbiamo aggiunto un meccanismo di auto-apprendimento che esclude le opzioni con i valori più grandi dall’oggetto che deve essere memorizzato nella cache e quindi rimane al di sotto di 1 MB. In questo modo riusciamo a fornire Memcached almeno per una parte dell’oggetto iniziale.

Rimozione del cambio di versione PHP

In questa versione, abbiamo deciso di rimuovere completamente la funzionalità per cambiare la versione PHP di un sito. Abbiamo preso questa decisione per due motivi principali: volevamo evitare la duplicazione della funzionalità, poiché il controllo di versione esiste già in cPanel e Site Tools, e volevamo alleggerire il plugin in modo che occupasse meno spazio su disco e inode.

Hristo Pandjarov

Sviluppo del prodotto - Tecnico

Entusiasta di tutte le applicazioni Open Source che ti possono venire in mente, ma principalmente di WordPress. Aggiungi un pizzico di amore per il web-design, nuove tecnologie, ottimizzazione per i motori di ricerca e ci sei quasi!

Servizi

Inizia la discussione

Sei pronto a iniziare il tuo sito?

Scegli un piano di hosting, crea o trasferisci il tuo sito in pochi click e fai crescere la tua presenza online!

Inizia subito Parla con un esperto