Suggerimenti per la ricerca di parole chiave: come costruire un universo di parole chiave attraverso i dati

Nel mio ultimo articolo SEO abbiamo parlato di nozioni base di SEO e di come funziona, inclusi i passaggi iniziali della strategia e della pianificazione SEO. Ora che abbiamo pensato alle personas del nostro sito e alle loro sfide, è tempo di iniziare a lavorare sul nostro universo di parole chiave.

Sono una convinta sostenitrice della SEO basata sui dati. Credo che la combinazione di dati, psicologia ed empatia sia la chiave per prestazioni SEO ottimali e conseguenti conversioni.

Nel mondo del marketing digitale i dati non mancano. Gli strumenti gratuiti e a pagamento sono numerosi e ci sono molte fonti di dati che ci aiutano nel nostro viaggio SEO. Oggi esploreremo le fonti di dati e i miei strumenti software preferiti per creare un solido universo di parole chiave.

Cosa sono la ricerca di parole chiave e l’universo di parole chiave?

Prima di approfondire le fonti dei dati, discutiamo innanzitutto i concetti di ricerca di parole chiave e universo delle parole chiave.

La ricerca di parole chiave è autoesplicativa, ma se vogliamo una definizione specifica, potremmo dire che la ricerca di parole chiave è un’attività SEO primaria che comporta l’identificazione di parole e frasi che le persone usano per cercare online.

Un universo di parole chiave, d’altra parte, è il numero totale di parole chiave o frasi utilizzate per indirizzare il traffico organico sul tuo sito web. Queste parole chiave possono contenere frasi per le quali speri di indicizzarti, nonché frasi per le quali hai già un posizionamento nella ricerca.

Un universo di parole chiave può essere sia piccolo (ad esempio 50 parole chiave) sia molto grande (1 milione di parole chiave). Dipende molto dalle dimensioni del sito e dal mercato in cui opera.

Diamo un’occhiata a un esempio nel mondo reale.

Secondo SEMrush, siteground.com ha un universo composto da 98.700 parole chiave. Questo potrebbe sembrare un numero molto alto, ma SEMrush stima che solo 10.500 parole chiave stanno portando traffico al sito web. Una simile variazione tra il totale delle parole chiave e quelle che portano traffico al sito è abbastanza comune.

Questo non significa che le altre 88.200 parole chiave non siano importanti. Queste parole chiave inattivate possono essere molto importanti ed essere una parte fondamentale del nostro universo di parole chiave e della strategia SEO complessiva.

Statistiche interessanti su Ricerca e Parole Chiave

Potrei continuare a parlare dell’importanza delle parole chiave, ma passiamo a dati reali in modo che tu possa vedere l’effetto pratico della ricerca e delle parole chiave.

Ecco alcuni dei dati principali sulle parole chiave:

  • Google elabora in media oltre 40.000 query di ricerca al secondo, il che si traduce in oltre 3.5 miliardi di ricerche al giorno e 1.2 trilioni di ricerche all’anno in tutto il mondo.
  • Google vede ogni giorno circa un 15% di ricerche completamente nuove. Questo ci dice che le parole chiave cambiano sempre e la ricerca delle parole chiave dovrebbe essere fatta di continuo.
  • L’introduzione di BERT (Bidirectional Encoder Representations from Transformers ovvero rappresentazioni di encoder bidirezionali dai trasformatori) in Google consente al motore di ricerca di elaborare le ricerche in un modo molto più complesso. In questo modo gli utenti possono inserire lunghe ricerche conversazionali e ottenere comunque risultati di alta qualità. Detto in altro modo, puoi fare ricerche come se stessi parlando con un amico e Google risponderà con una risposta adeguata. Questo cambia la natura delle nostre parole chiave.
  • Ahrefs ha analizzato 1.9 miliardi di parole chiave e ha scoperto che il 92,42% di queste riceve solo 10 ricerche o meno al mese. Questo ci dice che è importante considerare tutte le parole chiave e non solo quelle con volumi di ricerca massicci.
  • Ahrefs ha anche scoperto che il 29,13% delle parole chiave con oltre 10.000 ricerche mensili sono costituite da tre o più parole. Questo ci indirizza verso parole chiave a coda lunga (ovvero frasi più lunghe).
  • L’8% di tutte le query di ricerca fatte su Google sono definite come domande. Questo ci dice che non dovremmo guardare solo a frasi semplici. Dobbiamo anche pensare in termini di domande che utilizzano chi, cosa, dove, quando e come.
  • Un terzo delle query di ricerca effettuate tramite Google sono lunghe almeno 4 parole. Ciò rafforza nuovamente la necessità di termini di ricerca a coda lunga.

Questi ultimi due punti sono importanti perché illustrano uno cambiamento nelle attività di ricerca. 

Dieci anni fa, le persone cercavano inserendo una o due parole. Lo facevano perché Google non era abbastanza sofisticato da produrre risultati di qualità per frasi più lunghe. Ma la situazione è cambiata e ha portato molti cambiamenti nella ricerca e nelle parole chiave.

L’intelligenza artificiale e la ricerca vocale hanno insegnato agli utenti che possono cercare query complesse e Google fornirà loro le risposte corrette. Questo è un punto di svolta per la ricerca SEO. Significa che dobbiamo pensare a ricerche brevi, ricerche lunghe e ricerche che implicano domande. 

Una parte importante della costruzione di un universo di parole chiave di qualità è fare ricerca, tenere la mente aperta e pensare alle personas del tuo sito e al modo in cui il tuo mercato di destinazione utilizza la ricerca in Google o Bing. 

Potresti non avere idea di come le ricerche vengono effettuate nel tuo mercato di riferimento ma, indovina un po’, non sei solo! 

Siamo tutti nella stessa situazione perché è difficile pensare al di fuori della nostra visione. Questo è il motivo per cui software e fonti di dati di terze parti sono una parte importante della costruzione di un forte universo di parole chiave.

I migliori strumenti e risorse per la ricerca di parole chiave

Quando ho iniziato con la SEO quindici anni fa, c’erano opzioni molto limitate per la ricerca di parole chiave. Non esistevano software SEO e il processo di scoperta delle parole chiave era parecchio complesso. Per fortuna la situazione non è più così! 

Come consulente SEO, utilizzo una vasta selezione di strumenti e risorse che mi aiutano a fare brainstorming sulle opzioni di parole chiave e mi guidano lungo il percorso di selezione.
Ho pensato di condividere il mio elenco di strumenti e risorse con te, in modo che tu possa avere alcune fonti eccellenti per trovare parole chiave di alta qualità.

La mia lista di strumenti SEO preferiti è rimasta piuttosto invariata negli ultimi anni. Ho trovato alcuni software eccezionali che mi permettono di avere dati eccellenti, ridurre il mio tempo di ricerca e mi aiutano a prendere decisioni SEO migliori. Se ti stai chiedendo come trovare le parole chiave giuste, nei prossimi paragrafi ho alcuni ottimi suggerimenti per te.

Se invece vuoi utilizzare una piattaforma con servizi e assistenza in lingua italiana, ti ricordiamo che abbiamo un’ OFFERTA SPECIALE per i servizi SEO Tester Online.

I miei strumenti di ricerca per la SEO:

Google Search Console

Fornisce un elenco di frasi chiave per le quali sei attualmente posizionato nella ricerca di Google. Visualizzi le impression delle parole chiave, i click sul tuo sito, percentuali di click (CTR) e posizione media nella ricerca di Google. 

Google-Search-Console-Report

Google Analytics

Fornisce un elenco di frasi chiave utilizzate dalla ricerca di Google per indirizzare il traffico al tuo sito. Questi report sono fantastici perché posso anche visualizzare dati importanti relativi a visite per pagina, tassi di rimbalzo e tassi di conversione. Questo mi aiuta a vedere quali parole chiave stanno avendo il maggiore impatto sui profitti. Analytics e Search Console sono alcuni degli strumenti di ricerca di parole chiave gratuiti più utili che puoi utilizzare per la tua strategia SEO.

Google-Analytics-Sample-Report

Strumenti per i webmaster di Bing

Mi forniscono un elenco di parole chiave con le quali attualmente mi posiziono nella ricerca di Bing. Come puoi vedere, i dati sono molto simili a Google Search Console. Poiché i due motori di ricerca hanno formule diverse per posizionare le parole chiave, gli elenchi di parole chiave in Google e Bing saranno diversi.

Bing-Webmaster-Tools-Keywords-Report

SEMRush

Fornisce un elenco di parole chiave sulle quali mi sono posizionata nella ricerca, nonché un elenco di frasi su cui si sono posizionati i miei concorrenti nella ricerca. Può anche aiutarti a vedere le variazioni di frasi, i tipi di risultati di ricerca e le attività PPC per ogni frase. È un contenitore di fati per la SEO.

SEMrush-Keyword-Gap

SpyFu

Fornisce un elenco di parole chiave sulle quali mi sono posizionata nella ricerca, nonché un elenco di frasi su cui si sono posizionati i miei concorrenti. Come SEMrush, offre anche dati sul PPC, il che lo rende un’ottima fonte per la creazione di un universo di parole chiave efficace.

SpyFu-PPC-Report

KW Finder

Fornisce varianti di parole chiave in base alle parole chiave immesse inizialmente. Consente agli utenti di filtrare le parole chiave in base a una varietà di input, creare elenchi e persino vedere chi si posiziona per singole frasi. Recupera i dati dall’API di Google, in modo da poter visualizzare i volumi di ricerca al mese e gli importi delle offerte PPC applicabili.

KW-Finder-Keyword-Search-Results

Answer The Public

Fornisce varianti di parole chiave in base alle parole chiave immesse inizialmente. È un ottimo strumento per ottenere frasi con parole chiave che includono domande.

Answer-The-Public-Sample-Results

Se dovessi scegliere un solo strumento, sarebbe SEMrush, senza ombra di dubbio. SEMrush è uno strumento a pagamento, ma secondo me vale il costo. Dal monitoraggio del ranking delle parole chiave e dalla ricerca della concorrenza agli audit dei siti, SEMrush è un ottimo strumento” tutto incluso” per esperti di marketing digitale e consulenti.

La mia attività non si limita all’utilizzo di software per costruire il mio universo di parole chiave. È il mix di dati e lavoro manuale che fornisce un universo di parole chiave di qualità.

Cosa fare per avere fonti alternative di ricerca SEO:

  • Interviste personali – Queste discussioni individuali offrono l’opportunità di parlare con persone reali e imparare quali parole e frasi utilizzerebbero per cercare la tua offerta. Sarai molto sorpreso di sapere cosa usa la persona media come termini di ricerca.
  • Richieste in email o nel sito – La ricerca di parole chiave in vecchie email o nelle richieste ricevute via form di contatto è un altro ottimo modo per scoprire le parole chiave che le persone usano online. Da lungo tempo uso Gravity Forms per WordPress: si tratta di un  plugin per la creazione e gestione di moduli che salva le richieste online nel database MySQL di WordPress. Supporta le esportazioni di database, quindi puoi esportare tutte le richieste in fogli di calcolo e usarle per vedere quali parole i visitatori del tuo sito usano nelle domande. 
  • Presentazioni aziendali – Ho imparato molto tempo fa che nella maggior parte delle aziende, i siti vengono ignorati ma le presentazioni aziendali sono documenti vivi e aggiornati. Per questo motivo chiedo sempre ai miei clienti se posso visualizzare la loro ultima presentazione aziendale. Queste presentazioni mi consentono di estrarre le frasi utilizzate dai loro team di vendita.
  • Reddit – Non sono una fan di Reddit per uso personale, ma adoro esplorarlo per cercare parole chiave SEO. Vedrai molte domande e risposte trasformarsi rapidamente nel tuo universo di parole chiave.
  • Quora – Simile a Reddit, Quora offre uno sguardo sulle domande del pubblico e sulla necessità di avere informazioni. È possibile guardare vari argomenti con domande e risposte associate, per individuare opzioni rilevanti per i termini di ricerca.
  • Gruppi Facebook – Facebook sta ponendo molta enfasi sulla funzionalità dei gruppi e queste comunità stanno crescendo. Troverai gruppi per tutto, dal lavoro a maglia all’astronomia. Puoi utilizzare l’opzione di ricerca all’interno del Gruppo per individuare i post che includono le tue parole chiave e questo ti condurrà a frasi a coda lunga interessanti per il tuo universo. I gruppi di Facebook offrono anche un’opzione per intervistare persone da remoto. 
  • Forum di supporto – Sebbene non tutti i settori abbiano forum di supporto, quelli che li usano offrono un ampio elenco di parole chiave tra domande e relative risposte. Puoi navigare manualmente attraverso i forum o utilizzare strumenti come SEMrush per estrarre i dati.
  • Siti web della concorrenza – Prenditi sempre del tempo per rivedere i siti dei competitor. Guarda la mappa del sito e i contenuti principali per trovare le frasi che desideri.
  • Completamento automatico di Google: mentre digiti una parola chiave nella ricerca di Google, il motore di ricerca ti fornirà automaticamente suggerimenti su frasi più lunghe. Queste frasi più lunghe sono importanti perché semanticamente correlate alle tue keyword e attivamente promosse da Google.
  • Le persone hanno cercato anche… – Simile alla funzione di completamento automatico di Google, la casella Le persone hanno cercato anche è una miniera d’oro di termini di ricerca semanticamente correlata. Queste frasi avranno volumi di ricerca più bassi, ma sono potenti, poiché Google le posiziona costantemente nella pagina dei risultati.
  • Ricerche correlate di Google – Nella parte inferiore della maggior parte delle pagine dei risultati di Google è presente un elenco di frasi che Google ritiene allineate al termine di ricerca corrente. Queste fasi sono spesso tra 3 e 10 parole, quindi rappresentano un’opportunità di individuare parole chiave a coda lunga.
  • Risultati di ricerca effettivi di Google: la navigazione tra i risultati di ricerca effettivi per una frase è un modo semplice per visualizzare alternative ricavate dai siti web dei competitor. Vedrai su quali parole chiave stanno già lavorando e avrai l’opportunità di migliorarti basandoti sulla loro attività.

Potresti pensare che questa sia una lista enorme e che io sia un po’ esagerata nella mia ricerca. Ma in realtà è esattamente il contrario. Devi creare un grande universo di parole chiave per ottenere una buona serie di dati da utilizzare nella pianificazione e nell’esecuzione della tua strategia SEO.

I prossimi passi per il tuo viaggio SEO

Ora hai un eccellente elenco di risorse che possono aiutarti a immergerti nella ricerca di parole chiave e costruire il tuo universo. Ciò significa che hai il potere di creare un elenco di alta qualità di ciò che desideri posizionare nella ricerca.

Nel mio prossimo articolo, vedremo come analizzare e valutare le parole chiave all’interno del tuo sito. Impareremo a estrapolare i volumi di ricerca e parleremo di “intenzioni di ricerca” per convertire queste ricerche in guadagni.

Rebecca Gill

Web Savvy Marketing Founder

Rebecca Gill ha un background aziendale a tutto tondo e oltre vent'anni di esperienza nelle vendite e nel marketing online. Ha fondato Web Savvy Marketing ed è consulente SEO. Oltre a gestire il suo Web Savvy Marketing, Rebecca fa anche coaching SEO one-to-one, sviluppa corsi di marketing digitale e ospita un podcast sulla SEO.

Business

Inizia la discussione

Sei pronto a iniziare il tuo sito?

Scegli un piano di hosting, crea o trasferisci il tuo sito in pochi click e fai crescere la tua presenza online!

Inizia subito Parla con un esperto