Inizio
/
Email Marketing
/
Configurare un record DMARC per l'Email Marketing di SiteGround

Configurare un record DMARC per l'Email Marketing di SiteGround

Per tutti gli utenti dell’Email Marketing di SiteGround: ottimizzate la consegna del vostro servizio di Email Marketing seguendo i passaggi di questa guida per configurare un record DMARC nella vostra zona DNS.

Nota: Questa guida fornisce le istruzioni di base per impostare rapidamente il DMARC senza la necessità di personalizzazioni avanzate. Per informazioni dettagliate su cos’è il DMARC, come funziona e come personalizzarlo per le tue esigenze, leggi la guida su cos’è un record DMARC.

DMARC è un protocollo nella tua zona DNS, che un provider di posta elettronica (ad esempio Gmail) legge e rispetta nel caso in cui riceva un’email dal tuo dominio che non è firmata con DKIM e SPF.

In base alle istruzioni del tuo protocollo DMARC, il provider di posta elettronica deciderà se consegnare o meno l’email e ti invierà un report di ciò che hanno fatto all’indirizzo email specificato nel protocollo.

Passaggi preliminari prima di aggiungere il DMARC

Affinché un record DMARC funzioni come previsto, è necessario eseguire alcuni passaggi.

  • I record SPF e DKIM devono essere già inclusi e funzionanti nella tua zona DNS
  • Devi avere un indirizzo email designato per ricevere i report DMARC

1. Assicurarsi che SPF e DKIM siano impostati

2. Assicurarsi di avere una casella di posta pronta per i report DMARC

I provider di posta elettronica come Gmail invieranno dei report, all’indirizzo email designato nel tuo record DMARC, su ciò che è successo alle tue email rifiutate. Prima di aggiungere il DMARC alla tua zona DNS, assicurati di aver designato un casella di posta per tali report.

Se invii molte email, è consigliabile designare un indirizzo email separato per i report DMARC, che non venga utilizzato per altri scopi. Potrebbe esserci un carico significativo di email in arrivo, e potrebbe interrompere il normale utilizzo della casella di posta se questa è già in uso.

Ad esempio, puoi creare l’indirizzo email dmarc-reports@tuodominio.com, dove dovresti sostituire tuodominio.com con il tuo dominio email effettivo.

Account email designato per la ricezione di rapporti DMARC

Aggiungere il record DMARC

Per aggiungere un semplice record DMARC alla tua zona DNS, segui questi passaggi:

  1. Accedi alla tua interfaccia di gestione DNS: Accedi al pannello di controllo fornito dal tuo provider di hosting DNS.
  2. Vai a Impostazioni DNS: Individua la sezione in cui è possibile visualizzare e modificare i record DNS. Questo è spesso etichettato come “Gestione DNS”, “DNS avanzato” o “Impostazioni file di zona”.
    Un editor di zona DNS esterno per aggiungere un record DMARC


  3. Aggiungi il record DMARC: Crea un nuovo record TXT DNS con i seguenti parametri:
    Nome: _dmarc.tuodominio.com o _dmarc (a seconda della zona DNS, tuodominio.com potrebbe essere aggiunto automaticamente o meno) 
    Tipo: TXT 
    TTL (Time To Live): 14400 
    Valore: v=DMARC1; p=none; rua=mailto:dmarc-reports@tuodominio.com

    Sostituisci dmarc-reports@tuodominio.com con l’email che hai designato in precedenza.

    Un record DMARC TXT in un editor DNS esterno

  4. Salva il record: Conferma e salva il nuovo record DNS. Potrebbe essere necessario del tempo per propagarsi, in genere fino a 48 ore.
    Come salvare un record DMARC TXT

Ricorda di sostituire `tuodominio.com` con il tuo nome di dominio effettivo in tutti i passaggi. Questo è tutto! Il tuo record DMARC è stato aggiunto!

Come posso verificare se il mio DMARC è impostato correttamente?

Le modifiche al DNS possono richiedere fino a 48 ore per propagarsi completamente, ma spesso hanno effetto molto prima. Puoi utilizzare questo strumento online di controllo DMARC per verificare se il tuo record DMARC si è propagato correttamente.

Strumento di controllo DMARC online

La modifica dei record DMARC influirà sulla consegna delle mie email?

Un record DMARC correttamente configurato dovrebbe migliorare o mantenere la consegna delle tue email. Informa i provider di posta elettronica che tieni traccia di chi può utilizzare il tuo dominio per inviare email.

Condividi questo articolo