I migliori plugin WordPress: come non perdersi nella giungla

Se utilizzi WordPress, una delle domande che ti sei fatto più spesso è: quali sono i migliori plugin WordPress per le mie necessità?

Con oltre 58.000 plugin disponibili, non è facile orientarsi, cercare e individuare i plugin migliori. Soprattutto per chi si avvicina a WordPress per la prima volta. Esiste un plugin per ogni cosa e la combinazione di diversi plugin permette di soddisfare le esigenze più disparate. Per questo motivo, vediamo insieme quali sono i migliori plugin WordPress gratuiti e a pagamento suddivisi per categorie e necessità.

Tiziano Fogliata, uno dei maggiori esperti di WordPress in Italia e autore di due libri su WP editi da Hoepli, ci mostra quali sono i plugin più adatti a risolvere le principali esigenze e, allo stesso tempo, come evitare di diventare troppo dipendenti dai plugin.

Per scoprire i consigli di Tiziano Fogliata, guarda il video qui sotto o continuare a leggere l’articolo.

Scarica le slide della presentazione di Tiziano Fogliata 👇

I migliori plugin WordPress: come non perdersi nella giungla from SiteGround.com

È importante fare una premessa: non è possibile dare un giudizio definitivo su quali sono i migliori plugin WordPress. Tutto dipende dal tipo di sito che si ha, dalle proprie necessità e dal livello di esperienza e competenze nel gestire un sito WordPress. La lista di plugin qui di seguito è stata creata da Tiziano Fogliata sulla base della sua esperienza, includendo i plugin WordPress che lui ritiene rispondano al meglio alle esigenze degli utenti.

Partiamo da una mappa che può aiutare a orientarsi nella scelta della tipologia di plugin di cui si ha bisogno. Possiamo infatti raccogliere i plugin in diverse categorie che rispecchiano le principali esigenze degli utenti. Le esigenze base non sono poi molte, come creare un form o ottimizzare la SEO, ma ogni esigenza ha delle sottocategorie più specifiche di cui tenere conto. Non basta infatti avere un plugin generico per la SEO, ma serve individuare l’esigenza SEO specifica che esso deve soddisfare.

In questo infinito numero di esigenze e plugin dunque, proviamo a individuare quelli che sono i migliori plugin WordPress per le esigenze più comuni.

Plugin per creare contenuti con l’editor di WordPress

WordPress mette a disposizione nativamente il suo editor a blocchi chiamato Gutenberg che permette una grande libertà, ma esistono diversi plugin che vanno ad aggiungere ulteriori blocchi e funzioni che Gutenberg non ha di default. I migliori plugin WordPress per creare contenuti secondo Tiziano sono:

Page Builder per WordPress

L’editor di WordPress permette di fare molto, ma tanti utenti preferiscono utilizzare i Page Builder per la creazione del proprio sito. Un Page Builder permette di creare layout personalizzati, pagine e articoli in modo più semplice rispetto a Gutenberg ed è quindi una soluzione ottima per gli utenti alle prime armi. I migliori page builder WordPress secondo Tiziano sono:

Per maggiori info su Elementor puoi guardare il nostro webinar dedicato a Elementor. Se invece sei interessato a creare Landing Page ti consiglio un nostro articolo dedicato.

Theme Builder per WordPress

Per fare una metafora, se il Page Builder mi permette di arredare una stanza di casa mia, il Theme Builder mi permette di costruire la casa. Normalmente quando lavoro con un Page Builder intervengo su una singola pagina, mentre con un Theme Builder creo gli elementi essenziali del sito, come l’header e il footer, che saranno presenti in tutte le pagine del sito. I migliori theme builder WordPress secondo Tiziano non sono nient’altro che le versioni premium dei Page Builder precedentemente menzionati. Essi infatti in versione Premium ti permettono di lavorare sulla struttura stessa del sito:

Plugin SEO

Quando si parla di plugin SEO è importante precisare che il plugin da solo non fa miracoli ma è semplicemente uno strumento di supporto che permette di impostare e configurare diversi aspetti SEO del nostro sito. È inoltre importante che venga impostato in modo adeguato, altrimenti potrebbe fare più danni che benefici. Tra i migliori plugin WordPress per la SEO, Tiziano consiglia:

Nota: soprattutto per i plugin SEO (ma in generale per tutti i plugin) ricordati di leggere la documentazione fornita dagli sviluppatori, utile sia per scoprire le varie funzionalità, sia per evitare eventuali problemi.

Se vuoi scoprire di più sulla SEO e imparare diverse tecniche e strategie funzionali, puoi scoprire la nostra sezione di articoli dedicati alla SEO.

Plugin per creare form

Anche per la creazione di form esistono tantissimi plugin WordPress. Quindi facciamo una distinzione tra plugin che permettono di creare solo semplici form di contatto e plugin che dispongono di diversi altre funzionalità (creare questionari, quiz, integrazioni servizi marketing, etc).

È preferibile scegliere un plugin che permetta di integrarsi con altri servizi come Slack, Mailchimp, Trello e molto altro, e che nativamente svolgano già diverse funzioni, in modo da non dover integrare le funzioni mancanti con ulteriori plugin. I migliori plugin WordPress per creare form secondo Tiziano sono:

Plugin per la condivisione social

Questi plugin consentono di aggiungere sotto le pagine e gli articoli i classici pulsanti di condivisione sui propri social media. I migliori plugin WordPress per la condivisione social secondo Tiziano sono:

Plugin per gallerie fotografiche

In generale, sia l’editor di WordPress, sia i Page Builder ti permettono di creare gallerie fotografiche e sono più che sufficienti se si ha bisogno di creare solo una galleria ogni tanto. Se invece le foto sono l’elemento principale del tuo sito web, allora è necessario utilizzare un plugin adatto allo scopo. I migliori plugin WordPress per gallerie fotografiche secondo Tiziano sono:

Plugin per gli slider

Gli slider permettono la gestione di contenuti multimediali e vengono spesso utilizzati nelle home page per mostrare diversi contenuti. Hanno il vantaggio di essere graficamente accattivanti ma allo stesso tempo incidono sul peso del sito. Gutenberg non supporta nativamente una funzione per gli slider, è quindi necessario utilizzare un page builder o un plugin.

Tiziano consiglia un paio di plugin per slider che permettono di gestirli al meglio, evitando che il peso dello slider incida troppo sul sito:

Plugin per ottimizzare le immagini e gestire la libreria media

Se carichi immagini di alta qualità e che pesano molto, hai bisogno di ottimizzarle per non rallentare il caricamento del sito. Il consiglio è di ottimizzarle ancora prima del caricamento sul sito tramite un programma di grafica e solo in seguito utilizzare anche un plugin. L’ottimizzazione delle immagini è essenziale se si vuole avere un sito veloce. Uno dei migliori plugin WordPress per ottimizzare le immagini è:

A volte poi, nasce anche l’esigenza di gestire al meglio la libreria dei media. La libreria WordPress infatti permette la ricerca dei media solo tramite pochi criteri e non consente la creazione di cartelle, quindi può essere tedioso ricercare vecchi contenuti. Ci sono due ottimi plugin che permettono una migliore gestione della libreria:

Plugin per inviare email dal sito (non newsletter)

Esistono plugin utili per configurare un servizio esterno per l’invio di email e che allo stesso tempo ti permettono di verificare se il tuo sito è in grado di inviare email. Infatti, se anche tutti gli hosting provider forniscono questo servizio, può capitare in alcuni casi che l’invio delle email sia bloccato. Quindi, se hai ad esempio un form di contatto sul tuo sito, è necessario verificare che il messaggio di chi ti scrive ti arrivi effettivamente tramite email. Tra i migliori plugin WordPress per le email, Tiziano suggerisce:

Nota: i plugin di gestione email sono differenti da quelli che gestiscono le newsletter e in generale è sconsigliato utilizzare plugin specifici per l’invio di newsletter poiché appesantiscono il sito. Esistono molti servizi esterni dedicati alla creazione e invio di newsletter che funzionano molto meglio.

Plugin per Google Analytics

Un elemento che interessa chiunque abbia un sito, è l’installazione dello script di Google Analytics. In linea generale, quando creiamo un account su Google Analytics, ci viene fornito uno script che deve essere installato su tutte le pagine. Molti temi mettono infatti a disposizione uno spazio per inserire questo script e questo basta e avanza per molti siti web.

Esistono però plugin WordPress per Google Analytics che aumentano le funzionalità base, come vedere le statistiche direttamente dalla bacheca WordPress o avere dati ulteriori su download, visite e altro. Qui di seguito alcuni dei migliori:

Plugin per il pixel di Facebook

Se fai campagne su Facebook è indispensabile mettere il pixel di FB sulle tue pagine. Come per Google Analytics, basta utilizzare lo script che viene dato da Facebook, senza l’utilizzo di particolari plugin. Tuttavia, se vuoi avere funzioni in più come il tracciamento di tutte le attività specifiche degli utenti, puoi fare affidamento a plugin come:

Plugin per privacy policy, cookies e GDPR

Per quanto riguarda privacy policy, cookie e GDPR esistono due tipologie di soluzioni. I primi come iubenda e Cookiebot, sono servizi che hanno anche un plugin WordPress. Gli altri invece, sono specifici plugin WordPress che permettono di gestire gli aspetti legali come la generazione di un testo base per la privacy policy e la gestione dei banner per i cookies.

Nota: il tema in questione è molto delicato e il suggerimento migliore è di rivolgersi sempre a un professionista perché la privacy e i cookie variano da sito a sito e non esiste un plugin che si attiva e mette a norma qualsiasi sito.

Inoltre, sulla GDPR, Cookies e Termini di Servizio, abbiamo tenuto un webinar con iubenda.

Plugin per velocizzare il sito

Se vuoi avere un sito veloce, devi innanzitutto scegliere un servizio di hosting di qualità che offre ottime prestazioni. Se l’hosting non è performante, nessun plugin potrà aiutarti. Allo stesso modo, le prestazioni sono direttamente collegate all’ottimizzazione del sito e alla sua struttura, che devono essere perfezionate prima di lavorare su plugin di caching. I migliori plugin WordPress per velocizzare il sito secondo Tiziano sono:

Esistono poi plugin utili per alleggerire le singole pagine del tuo sito. Sono molto utili ma allo stesso non sono semplicissimi da utilizzare, per cui si consiglia di fare test e verificare che tutto funzioni regolarmente quando li si usa:

Plugin per il backup

Il backup è uno degli aspetti fondamentali nella gestione di un sito. Controlla che il tuo hosting esegua backup con frequenza. SiteGround ad esempio esegue un backup al giorno in automatico e ti permette di fare anche backup su richiesta in qualsiasi momento. Se sei cliente SiteGround, non avrai bisogno di un plugin per il backup.

Se il tuo provider non fornisce una soluzione simile o se semplicemente vuoi avere un sistema ulteriore di backup, Tiziano consiglia UpdraftPlus come miglior plugin per il backup, in quanto ti permette di impostare backup automatici e manuali e di scaricare in locale i backup.

Iscriviti per
altri fantastici contenuti!

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter mensile con gli ultimi contenuti utili e le offerte SiteGround.

Grazie!

Per favore, controlla la tua email per confermare l’iscrizione.

Come sempre vi chiedo di commentare il webinar, in modo da avere un feedback su come è andato e su come vorreste che fossero i prossimi. Sentitevi liberi di dare suggerimenti e di richiedere gli argomenti futuri che vorreste fossero affrontati. Consiglio di dare uno sguardo anche agli altri nostri webinar e seguirci sul canale YouTube di SiteGround Italia.

Nota: come al solito eravate tantissimi e non siamo riusciti a  rispondere a tutti in diretta. Abbiamo girato le domande a Tiziano e qui di seguito trovate le sue risposte.

Ciao Tiziano, non hai accennato a plugin di sicurezza perché li sconsigli in blocco, o per mancanza di tempo? 

Sia per mancanza di tempo, sia perché la questione della sicurezza va ben oltre la semplice installazione di un plugin. Inoltre, i vari plugin per la sicurezza possono avere un forte impatto sul funzionamento di WordPress e degli altri plugin, e quindi causare dei conflitti.

Un buon plugin per la sicurezza è BulletProof Security che esiste anche in versione gratuita. Dispone di molte opzioni e non è sicuramente adatto agli utenti meno esperti. Anche Wordfence non è male. Per una maggiore sicurezza poi, esistono servizi a pagamento come Sucuri e CloudFlare.

Se ho difficoltà ad installare un plugin WordPress o ho un problema generico con esso, chi posso contattare per avere supporto?

La prima cosa da fare è sicuramente guardare la documentazione del plugin e contattare il supporto di quel plugin. Molti plugin a pagamento includono il supporto mentre, se utilizzi un plugin gratuito, puoi fare affidamento al supporto nel forum WordPress. Puoi trovare la finestra Support quando selezioni un plugin nella repository di WordPress. Bisogna precisare che la maggior parte delle volte il supporto è in lingua inglese.

Altro consiglio, quando per esempio si ha un codice di errore, è di cercare direttamente quell’errore su Google perché è molto probabile che altre persone abbiano fatto la stessa domanda o che direttamente lo sviluppatore del plugin abbia creato degli articoli di supporto.

Quale plugin suggerisci per limitare la visualizzazione di alcuni articoli ai soli utenti abbonati?

Ci sono alcuni plugin WordPress di membership come MemberPress che consentono di bloccare i contenuti senza che questo abbia ripercussioni sulla SEO. Il contenuto viene indicizzato anche se non è visibile apertamente all’utente a meno che esso non sia abbonato.

Quale plugin WordPress permette agli utenti di contrassegnare gli articoli di loro interesse e ritrovarli poi nella propria area personale del sito?

Un plugin interessante per fare questo è Favourites che permette di gestire facilmente i “mi piace” dei vari articoli e creare aree utenti molto personalizzabili.

Cosa ne pensi di Contact Form 7?

È un plugin molto valido ma che da tempo non utilizzo, soprattutto dopo l’uscita di plugin come Fluent Forms che, già nella versione gratuita, fa così tante cose che posso non usare Contact Form 7. Il vantaggio di Contact Form 7 è la libertà di modifica che ti dà tramite interventi sul codice HTML, ma per utenti alle prime armi può essere complesso.

Consigli qualche plugin alternativo a iubenda?

iubenda e Cookiebot sono i plugin per privacy policy che vanno per la maggiore ma hanno due modelli di pricing molto diversi. È quello l’aspetto da considerare secondo me. Con iubenda, più visualizzazioni di pagina avete, più pagate. Con Cookiebot invece, più pagine avete, maggiore è il costo.

Quindi se hai un sito con tante pagine ma poche visualizzazioni, il mio consiglio è di utilizzare iubenda per mantenere un costo ridotto oppure i plugin nativi di WordPress. Cookiebot rimane un ottima soluzione se invece hai un piccolo sito con poche pagine.

Yoast o Rank Math?

Io li uso entrambi su diversi siti. Un plugin come Yoast ha il grande vantaggio di essere talmente tanto utilizzato che ogni altro plugin o tema WordPress è sicuramente compatibile con lui, quindi vai sul sicuro. Rank Math nella versione gratuita ha qualche funzione in più ed è cresciuto molto negli anni, tanto che è diventata imprescindibile la compatibilità anche con lui. Tra i due non saprei consigliarne uno in particolare, sono entrambe ottime soluzioni con le quali mi sono trovato sempre bene.

Per migliorare i punteggi di Google PageSpeed, cosa consigli? Con l’utilizzo di temi pre-acquistati, page builder, moduli che appesantiscono, è spesso molto difficile avere valori utili.

Quando si parla di ottimizzazione della velocità è sempre molto complicato dare una soluzione senza prima analizzare il caso specifico. Se il sito è molto semplice, anche solo installare un plugin di caching potrebbe essere sufficiente. Se invece utilizzi temi o plugin pesanti, devi andare a lavorare sull’ottimizzazione che varia a seconda del caso: potresti eliminare funzionalità non necessarie del tema/plugin, rimuovere font che non utilizzi, alleggerire l’incidenza di immagini e video tramite soluzioni come il lazy-load.

Consiglio di andare su GTmetrix e fare un test. Vai nella modalità di visualizzazione “waterfall” che permette di vedere esattamente tutti i tempi dei vari elementi della pagina. In questo modo puoi individuare quegli elementi che rallentano la pagina in caricamento e intervenire su di essi.

Consigli qualche plugin per geolocalizzare gli utenti? Per permettere visualizzazione di contenuti in base al luogo dell’utente. 

Non so se è quello che intendi, ma https://www.if-so.com/ è un plugin che, tra le varie funzioni, offre anche questa.

Ciao, devo creare un sito in multilingua. Quale plugin consiglieresti?

La nota positiva è che prossimamente il multilingua sara nativo su WordPress, quindi non ci dovremo più preoccupare di gestire un plugin con questa funzione. Al momento il plugin multilingua più diffuso è WPML che, anche se prima era “accusato” di essere un po’ pesante, adesso è migliorato notevolmente. Io consiglio anche Polylang che è un plugin multilingua molto valido.

Come mai nel browser dei plugin non esiste la possibilità di ordinare o filtrare i plugin per numero di utenti attivi o valutazione?

Il sistema di ricerca WordPress effettivamente non è ottimale. Soprattutto capita che, se non scrivi il nome del plugin in modo preciso, quel plugin non si trova e ottieni risultati che non centrano molto. È una decisione che spetta a WordPress quella di migliorare il suo sistema di ricerca per i plugin.

Mi son reso conto che in un mio sito, ho un’immagine gigantesca che pesa abbastanza e che ha una qualità piuttosto alta ma che, specialmente su mobile, è inutile. Conosci modi per risolvere ciò?

La soluzione più facile sarebbe quella di ottimizzare il più possibile l’immagine, anche per evitare che pesi troppo anche su desktop. Si tratta però di un’intervento che richiederebbe di analizzare la pagina e come è stato costruito il sito.

author avatar
Luca Rodino

Digital Marketing Strategist

Luca è un nativo digitale con la passione per il marketing! Rientra perfettamente nella fascia dei Millennials e si fa portavoce di un mondo che sta cambiando lanciandosi in sfide “markettare” che ci aiutano, attraverso i nuovi media, a essere sempre più presenti e vicini a tutti voi.

Webinar

Commenti ( 4 )

author avatar

Maria Neve Esposito

Jun 17, 2021

Ciao non ho trovato la risposta alla mia domanda di ieri, potreste inviarmi il link? Grazie

Rispondi
author avatar

Luca Rodino Il Team di SiteGround

Jun 17, 2021

Ciao Maria, abbiamo valutato la tua domanda ma servirebbero più informazioni per poterti dare una risposta concreta. Posso consigliarti di fare un salto sul sito di Tiziano e contattarlo sui suoi canali.

Rispondi
author avatar

Antonio

Jun 30, 2021

Io pongo una domanda sulle prestazioni. Utilizzando Siteground l'ottimizzazione avvine tramite il plugin SG Optimizer, vale la pena aggiungere un plugin per alleggerire le pagine come Asset CleanUp?

Rispondi
author avatar

Luca Rodino Il Team di SiteGround

Jun 30, 2021

Ciao Antonio, direi che vale la pena provare Asset CleanUp insieme a Optimizer avendo funzioni differenti. Quindi consiglierei sicuramente di provarlo e valutare i risultati, ma ci tengo a precisare che non abbiamo fatto test specifici per verificare se tutte le sue opzioni funzionano con Optimizer.

Rispondi

Inizia la discussione

Sei pronto a iniziare il tuo sito?

Scegli un piano di hosting, crea o trasferisci il tuo sito in pochi click e fai crescere la tua presenza online!

Inizia subito Parla con un esperto