Inizio
/
WordPress
/
Temi
/
Come cambiare un tema WordPress senza perdere il contenuto

Come cambiare un tema WordPress senza perdere il contenuto

Un CMS come WordPress ti consente di installare plugin e temi con pochi click. Cambiare il tema attivo potrebbe essere un po’ più impegnativo. Eppure, a volte cambiare tema può essere la chiave per stabilire l’identità del tuo marchio. Per cambiare il tema di WordPress senza problemi, dovresti prendere alcune precauzioni, come fare il backup del tuo sito web.

In questo post, ci concentreremo su cosa cercare in un tema, come preparare il tuo sito per il cambiamento e come cambiare il tema di WordPress senza perdere alcun contenuto.

Cos’è un tema?

Per cominciare, torniamo alle basi ed espandiamo su cosa sia esattamente un tema WordPress.

Un tema WordPress è una cartella contenente file modello, fogli di stile, immagini e file JavaScript. I temi offrono una grande flessibilità e puoi personalizzarli per visualizzare i tuoi contenuti esattamente come desideri. Grazie ai temi, puoi creare un sito web WordPress senza una conoscenza approfondita di programmazione.

Il tuo tema WordPress definisce come il tuo sito web e il tuo marchio vengono mostrati ai tuoi visitatori. Pertanto, dovresti fare uno sforzo per scegliere il tema WordPress che rappresenta perfettamente l’identità del tuo marchio.

Ci sono molti temi WordPress gratuiti online e temi premium, che offrono ancora più funzionalità. Continua a leggere per saperne di più su cosa cercare in un tema WordPress per adattarsi al meglio al tuo marchio.

Cosa cercare in un tema WordPress

Quando si sceglie un tema WordPress, ci sono diverse cose essenziali da considerare. Ricorda che l’aspetto del tuo sito web definisce come il tuo pubblico di destinazione percepisce il tuo marchio. Pertanto, abbiamo preparato questa lista di controllo per aiutarti a trovare un tema che si adatti perfettamente alla tua attività. Dovresti cercare un tema che soddisfi i seguenti requisiti, o almeno la maggior parte di essi.

  • Rilevanza per la tua linea di lavoro. L’aspetto e la funzionalità del tema dovrebbero adattarsi ai tuoi contenuti. A seconda del tipo di e-commerce o blog che stai utilizzando, puoi scegliere tra un’ampia varietà di temi. Gli sviluppatori hanno incluso modifiche specifiche al design e alle funzionalità rilevanti per determinati tipi di attività.

Ad esempio, un sito web per uno studio legale, un negozio di cosmetici online o un centro veterinario richiedono componenti diversi da un tema. Anche se non sei sicuro di quale tipo di layout sarebbe più adatto per il tuo campo, puoi fare qualche ricerca. Controlla i tipi di temi usati dai tuoi concorrenti e vedi se riesci a trovare qualcosa che si adatti alla luce di queste informazioni.

  • Design intuitivo e diretto – Il tuo tema dovrebbe essere facile da navigare e avere un design semplice che enfatizzi gli elementi che vuoi mettere in risalto. Non c’è bisogno di infinite funzionalità che non hai intenzione di utilizzare effettivamente o che non sono applicabili alla tua attività.
  • Facile da adattare al tuo marchio unico – Il tema WordPress che scegli dovrebbe darti il controllo su combinazione di colori, scelta del carattere, layout, logo personalizzato, widget, ecc. Può anche includere un generatore di pagine, che ti dà flessibilità e ti consente di personalizzarlo ancora più facilmente.
  • Reattivo e attraente su tutti i dispositivi – In poche parole, i temi reattivi ottimizzano il tuo sito web per adattarsi a varie dimensioni dello schermo. Questo aiuta il tuo design a ottenere l’apprezzamento che merita su uno smartphone, un iPad o un tablet.
  • Aggiornamenti frequenti – È fondamentale assicurarsi che il tema scelto sia aggiornato frequentemente dai suoi sviluppatori. Il core e i plugin di WordPress ricevono molti aggiornamenti per le vulnerabilità e la correzione dei bug; quindi, vuoi un tema che possa tenere il passo. Aggiornamenti frequenti garantiscono la compatibilità del tuo tema con questi aggiornamenti.
  • Compatibilità con i plugin – Se hai intenzione di utilizzare plugin premium specifici per aggiungere funzionalità al tuo sito web, dovresti verificare se il tema può funzionare con loro.
  • SEO-friendly – Il tuo nuovo tema deve essere SEO-friendly in quanto costituisce la base dell’aspetto delle tue pagine. I bot dei motori di ricerca effettueranno la scansione di queste pagine e il tuo sito potrebbe essere classificato più basso se il tema che utilizzi è codificato male.
  • Compatibilità del browser – Quando selezioni un nuovo tema, devi anche confermare che è compatibile con tutti i principali browser come Google Chrome, Safari e Mozilla Firefox. Questo assicurerà che il tuo sito web abbia lo stesso aspetto su tutti i browser.
  • Prestazioni – Temi pesanti con troppe funzionalità possono rallentare la velocità complessiva del sito. Pertanto, si consiglia di scegliere un tema leggero e veloce per garantire una velocità ottimale del sito.
  • Prezzo – Come accennato in precedenza, ci sono molti fantastici temi WordPress gratuiti e premium. Se hai già calcolato il tuo budget, dovresti decidere se il tema che stai guardando vi rientra. O forse avrai bisogno di ampliarlo un po’ per ottenere un tema premium, che fornisce una funzionalità particolare di cui hai bisogno.
  • Valutazioni e recensioni ragionevoli – Ultimo ma non meno importante, dovresti scoprire cosa ne pensano gli altri utenti di quel tema. Puoi facilmente raccogliere queste informazioni controllando la valutazione del tema e se ha molte recensioni positive. Naturalmente, non dovresti trascurare le recensioni negative in quanto danno un’idea di ciò che potrebbe essere sbagliato in un tema.

Perderai qualche contenuto se cambi tema WordPress?

WordPress mantiene i contenuti esistenti come post del blog, pagine e prodotti sul tuo sito web nel tuo database. In realtà, cambiare il tema di WordPress non comporta alcun cambiamento del contenuto effettivo, ma piuttosto dell’aspetto del tuo sito. Questa modifica non causerà alcuna perdita di contenuto in quanto modifica solo l’aspetto del tuo sito.

Nota che se disponi di plugin, widget e shortcode personalizzati per il tema, non verranno trasferiti al tuo nuovo tema WordPress.

Tuttavia, la modifica di un tema WordPress può influire sul modo in cui alcune parti del tuo sito web vengono visualizzate o addirittura rovinarlo. Continua a leggere per sapere quali precauzioni di sicurezza dovresti seguire per farlo senza intoppi.

Prerequisiti

Cambiare il tema di WordPress non è un compito semplice, soprattutto se il tuo sito è online da un po’ di tempo. Di solito, più lunga è la vita di un sito web, più contenuti contiene man mano che si costruiscono nel tempo. Ciò significa che dovrai completare alcuni passaggi prima di essere pronto a cambiare tema.

Questa sezione illustrerà tutti i prerequisiti di cui hai bisogno prima di immergerti nel cambio del tuo tema su WordPress.

Esegui il backup del tuo WordPress o crea un sito di Staging

Prima di iniziare con qualsiasi modifica, è fondamentale eseguire il backup del tuo WordPress per assicurarti di avere un punto di ripristino pulito su cui fare affidamento. In questo modo, se qualcosa va storto, sarai comunque in grado di riportare in vita il tuo sito.

In alternativa, puoi creare un ambiente di Staging del tuo WordPress ed eseguire il cambio di tema lì.

Se SiteGround è il tuo provider di hosting, puoi farlo con pochi click, grazie al nostro strumento Staging, seguendo i passaggi in questo tutorial. Con questo strumento, il tuo sito web live continuerà a funzionare se la modifica non funziona e il sito di staging non funziona correttamente.

Copia qualsiasi codice personalizzato dal tuo tema attivo

I temi di WordPress consentono agli utenti più avanzati di aggiungere codice personalizzato per personalizzare ulteriormente il loro aspetto e funzionalità. Comunemente, questo viene fatto aggiungendo snippet nel file functions.php di un tema (o tema figlio) per personalizzare l’aspetto di un sito.

Se vuoi implementare la stessa funzionalità o design nel tuo nuovo tema, devi copiare questi frammenti di codice personalizzati. Salvali in un file di testo e quando sei pronto con il cambio di tema, sarai in grado di utilizzarli di nuovo.

Potresti anche avere modifiche personalizzate relative a social media, abbonamenti o moduli di contatto nella tua barra laterale. Assicurati di tenere traccia di queste modifiche in modo da poterle utilizzare una volta impostato il nuovo tema WordPress.

Inoltre, ti consigliamo di copiare tutte le modifiche CSS personalizzate che potresti voler riutilizzare nel design del tuo nuovo sito.

Copia i tuoi codici di monitoraggio

Cercando di fornire un’esperienza su misura ai tuoi visitatori, molto probabilmente stai utilizzando una forma di tracciamento sul tuo sito web. Lo strumento di monitoraggio più popolare è Google Analytics, che tiene traccia di oltre il 55% dei siti web in tutto il mondo. Altri strumenti di monitoraggio che probabilmente utilizzi sono i social media tracker come Facebook Insights, Twitter Analytics o Pinterest Analytics.

Indipendentemente dallo strumento che utilizzi per tracciare il comportamento del tuo pubblico, ognuno funziona con un codice di monitoraggio per identificare il tuo sito web.

Assicurati di copiare questi codici in modo da poterli utilizzare per connetterti nuovamente al tracker specifico dopo la modifica del tema.

Prova il tempo di caricamento

Ora che hai eseguito il backup di tutto, dovresti testare la velocità del tuo sito web mentre funziona ancora con il tuo tema corrente.

Puoi utilizzare Speed Optimizer per testare la velocità e migliorare le prestazioni complessive del tuo sito web. Il plugin è gratuito e un ottimo strumento di ottimizzazione di WordPress.

In alternativa, puoi utilizzare uno strumento web come GTMetrix per controllare la velocità di caricamento del tuo sito. In questo modo, puoi confrontare se il tuo sito si carica più velocemente di prima con il nuovo tema.

Limita l’accesso al tuo sito web mentre è in fase di sviluppo

Cambiare il tema di WordPress, in sostanza, è ridisegnare il tuo sito. Pertanto, potresti voler impedire al tuo pubblico di vedere il tuo sito mentre è in costruzione. Per fare ciò, puoi seguire i passaggi nel nostro post su Come limitare l’accesso al tuo sito web durante lo sviluppo.

Come cambiare il tema di WordPress

Prima di passare al tema effettivo, devi installare il nuovo tema nel tuo WordPress. Per fare ciò, puoi seguire i passaggi nel nostro tutorial su Come installare temi WordPress.

In questa sezione, ci concentreremo sulle attività principali coinvolte nel cambiare il tema di WordPress e sui diversi modi per farlo.

Come cambiare il tema di WordPress senza andare live

Usa l’opzione di anteprima dal vivo del tema

I temi di WordPress ti consentono di vedere come appaiono prima di installarli con l’opzione di anteprima dal vivo. Puoi trovarlo nella tua Dashboard > Temi, dove vedi il tema attivo e tutti i temi installati sul tuo sito web. Una volta in quella sezione, passa con il mouse sul tema che stai considerando e fai click sul pulsante Anteprima dal vivo.

Anteprima en tempo reale

L’anteprima dal vivo ti indirizzerà alla sezione Personalizza del tema e ti darà la possibilità di testare come funziona questo tema.

Tieni presente che potresti avere molti temi installati, ma solo uno alla volta può essere attivo per il sito web. Pertanto, puoi visualizzare in anteprima solo i temi che non sono ancora stati attivati sul tuo sito.

Se sei soddisfatto delle funzionalità e dell’aspetto del tema, puoi procedere e impostarlo per il tuo sito facendo click sul pulsante Attiva.

Attiva WordPress tema

Quando il tuo tema è attivo, dovresti testare come funziona con il contenuto del tuo sito web e confermare che tutto venga visualizzato correttamente. Quindi, se vuoi che i lavori in corso rimangano nascosti ai visitatori, mantieni attiva la modalità di manutenzione per un po’ più di tempo.

Una volta finiti i test, puoi disabilitare questa modalità e rivelare il nuovo look del tuo sito al tuo pubblico.

Attiva il tuo nuovo tema nella tua copia di Staging

Se il tuo hosting WordPress è basato su SiteGround, puoi utilizzare la copia di Staging per modificare il tema e testarlo. Poiché lo strumento Staging crea una replica esatta del tuo sito, puoi eseguire il cambio di tema senza che ciò influisca sul tuo sito live.

Puoi attivare il tuo nuovo tema nella copia di Staging ed eseguire tutti i test e i controlli su di esso. Quando sei soddisfatto dei risultati, puoi pubblicare il tuo Staging sul tuo sito live.

Come cambiare il tema di WordPress su un sito live

Se stai avviando il tuo sito ora e vuoi cambiare il tema di WordPress in tempo reale, puoi farlo direttamente sul tuo sito live. Per farlo, fai click sul pulsante Attiva sotto il tema selezionato in Dashboard > Aspetto > Temi. Una volta fatto, sarai in grado di iniziare a utilizzare il tema immediatamente e modificare le sue funzionalità.

Lavorare seguendo il cambio di tema di WordPress

Come accennato in precedenza, quando attivi il tuo nuovo tema WordPress, dovresti verificare se tutte le sue funzionalità funzionano come previsto. Ecco alcuni punti di controllo da considerare:

  • Testa il tuo sito web – Dovresti verificare se tutti i tuoi plugin e widget funzionano correttamente.
  • Assicurati che il tuo sito venga visualizzato correttamente su tutte le dimensioni dello schermo possibili. Puoi farlo facilmente dal personalizzatore di temi integrato di WordPress. Questo pezzo di codice ti consente di applicare varie personalizzazioni a qualsiasi tema WordPress, oltre a testare l’aspetto del tuo sito su diversi dispositivi. Puoi trovare il correttore dello schermo nella tua Dashboard nella sezione Aspetto > Personalizza.
controlla la reattività quando cambi un tema WordPress

Questo strumento ti consente di vedere come il tuo tema ridimensiona il tuo sito per presentarlo nel miglior modo possibile su diverse dimensioni dello schermo.

  • Controllo compatibilità cross-browser – È sempre meglio testare il nuovo tema per la compatibilità del browser una volta che è attivo. In caso di problemi con il modo in cui il tuo sito viene visualizzato in diversi browser, potresti voler controllare le tue impostazioni.

In alternativa, potresti prendere in considerazione di contattare gli sviluppatori del tuo tema e consultarli se riscontri problemi. È probabile che applicheranno correzioni nel prossimo aggiornamento della versione o almeno ti daranno qualche consiglio.

  • Testare la velocità del tuo sito – Poiché hai già testato il tempo di caricamento del tuo sito prima della modifica, ora puoi testarlo di nuovo e confrontarlo. In questo modo, puoi vedere se il tuo sito funziona più velocemente con il tuo nuovo tema o se lo ha rallentato.
  • Aggiungi nuovamente i tuoi codici di monitoraggio – Uno dei prerequisiti prima di una modifica del tema di WordPress che abbiamo menzionato era quello di copiare i tuoi codici di monitoraggio. Ora che il tuo nuovo tema è attivo, puoi utilizzare questi stessi codici in modo che i motori di ricerca possano continuare a monitorare le prestazioni del tuo sito.
  • Chiedi al tuo pubblico un feedback – Questo approccio proattivo al tuo cambio di tema WordPress ti consentirà di valutare come viene percepito il tuo nuovo look. Dopotutto, stai cambiando il tema per compiacere i visitatori ricorrenti e attirare nuovi contatti. Inoltre, il tuo pubblico apprezzerà il fatto che valuti la loro opinione e si sentirà coinvolto nel tuo marchio.

Problemi più comuni dopo aver cambiato tema WordPress

Che ci piaccia o no, a volte le cose vanno male dopo aver cambiato il tema di WordPress. Di seguito, delineeremo i problemi più comuni che potresti incontrare dopo un cambio di tema e come risolverli.

  • Schermata bianca della morte – Questa è una situazione piuttosto spiacevole poiché il tuo sito inizia improvvisamente a mostrare una pagina completamente vuota senza alcun contenuto o messaggio di errore specifico. Questo potrebbe allarmarti, ma non preoccuparti: ci pensiamo noi. Dai un’occhiata al nostro articolo su Come risolvere l’errore ‘White Screen of Death’ su WordPress per vedere come puoi affrontare e risolvere il problema.
  • Errore 404 su articoli e pagine – Un altro errore frustrante in cui potresti imbatterti dopo aver modificato il tema di WordPress è l’errore 404. Hai fatto tutta la preparazione descritta in questo post e nonostante ciò, dopo la modifica, le tue pagine/post mostrano un errore 404. Per risolvere questo problema, puoi seguire i passaggi nel nostro articolo su Come risolvere un errore 404 non trovato.

Questo articolo ha spiegato tutto ciò che devi sapere su cosa cercare in un tema, come prepararti per un cambiamento di tema WordPress e come eseguirlo. Armato di queste informazioni, puoi tranquillamente cambiare il tuo tema WordPress senza perdere alcun contenuto o posizionamento SEO.

Condividi questo articolo