Inizio
/
GTmetrix Speed Test Tool - Guida approfondita

GTmetrix Speed Test Tool - Guida approfondita

La velocità del sito web conta – molto. Abbiamo tutti provato frustrazione per un sito web che impiega un’eternità a caricarsi, e nel mondo digitale frenetico di oggi, ogni secondo conta. Ma come si misura la velocità del sito? E, soprattutto, come si migliora? Accedi a GTmetrix, il tuo nuovo migliore amico.

Questo pratico strumento non misura solo la velocità del tuo sito web; ti dà le informazioni necessarie per renderlo più veloce.

In questa guida, ci tufferemo in GTmetrix. Esploreremo i suoi angoli più nascosti, decodificheremo i suoi punteggi e ti forniremo consigli pratici per migliorare le prestazioni del tuo sito web. Quindi, continua a leggere se sei uno sviluppatore web esperto o stai appena iniziando ad immergerti nelle acque digitali.

Il potere e l’importanza della velocità del sito web

Prima di approfondire le specifiche di GTmetrix, è fondamentale capire perché la velocità del sito è così importante. La velocità con cui il tuo sito web carica non incide solo nel fornire un’esperienza utente fluida. È anche un fattore critico per la visibilità del tuo sito web su Internet.

Nella sezione seguente, esploreremo il potere e l’importanza della velocità, facendo luce sul suo impatto sul coinvolgimento degli utenti, sull’ottimizzazione dei motori di ricerca e, in definitiva, sul successo della tua presenza online.

Cos’è la velocità del sito?

La velocità del sito web, nota anche come prestazioni del sito o velocità di caricamento della pagina, si riferisce alla velocità con cui una pagina web viene caricata sul browser di un utente. Comprende il tempo necessario affinché tutto il contenuto di una specifica pagina web sia completamente visualizzato. Questo può includere testo, immagini, script e qualsiasi altro elemento che compone il contenuto del tuo sito web.

La velocità del tuo sito è influenzata da diversi fattori, come la qualità del tuo hosting, la dimensione e il tipo di file del tuo sito, il design del tuo sito e la velocità della connessione Internet dell’utente. In un senso più ampio, la velocità è un aspetto critico delle prestazioni del sito web e gioca un ruolo chiave nell’esperienza utente, nel ranking SEO e per il successo generale del sito web.

In che modo la velocità del tuo sito influisce sull’esperienza utente

La velocità del sito web è un fattore critico che influenza in modo significativo l’esperienza dell’utente. Nella realtà frenetica di oggi, gli utenti si aspettano che i siti web carichino rapidamente e senza interruzioni. Un ritardo anche di pochi secondi può portare alla frustrazione degli utenti, causando potenzialmente l’abbandono del tuo sito e influenzando negativamente la frequenza di rimbalzo.

Una ricerca di Digital.com indica chev Il 53% degli utenti di dispositivi mobili abbandona i siti web che impiegano più di 3 secondi per caricarsi.

Infografica da Digital.com che spiega come gli utenti tollerano il caricamento della pagina

I numeri nell’infografica sopra mostrano chiaramente che le prestazioni di un sito in termini di tempo di caricamento sono cruciali per il coinvolgimento e la soddisfazione degli utenti.

Il ruolo della velocità del sito nel SEO

Innegabilmente, la velocità del sito è un fattore di ranking nella Search Engine Optimization (SEO). Innanzitutto, è importante capire che i motori di ricerca, come Google, mirano a fornire agli utenti i risultati più pertinenti e di alta qualità. Di conseguenza, enfatizzano significativamente l’esperienza dell’utente e la velocità del sito è una parte cruciale di questa equazione.

Inoltre, un sito web a caricamento rapido garantisce un’esperienza utente fluida e piacevole e segnala efficienza e affidabilità ai motori di ricerca. Di conseguenza, i siti web che si caricano rapidamente tendono a posizionarsi più in alto nei risultati di ricerca. Al contrario, un sito che carica lentamente può portare a frequenze di rimbalzo elevate, indicando ai motori di ricerca che gli utenti non trovano il contenuto utile o rilevante, il che può avere un impatto negativo sul tuo posizionamento SEO.

La velocità del sito non è un mero dettaglio tecnico, ma un aspetto fondamentale che può creare o distruggere la visibilità del tuo sito web nei risultati di ricerca. Pertanto, dare la priorità e investire nel miglioramento della velocità del sito è essenziale per il successo della SEO.

Metriche chiave della velocità del sito web da capire

Comprendere le metriche chiave della velocità del sito web è fondamentale per ottimizzare le prestazioni del tuo sito. Queste metriche mostrano la velocità con cui gli utenti possono visualizzare e interagire con i tuoi contenuti. Pertanto, puoi individuare le aree che necessitano di miglioramento analizzando metriche come:

  • Time to First Byte (TTFB)
  • First Contentful Paint (FCP)
  • Largest Contentful Paint (LCP)
  • Cumulative Layout Shift (CLS)
  • Indice di velocità (Speed index),
  • Time to Interactive(TTI)
  • Total Blocking Time (TBT).

Quindi, approfondiamo ulteriormente queste metriche:

Time to First Byte

La metrica Time to First Byte (TTFB) misura il tempo trascorso da quando l’utente fa una richiesta HTTP a quando il primo byte della pagina viene ricevuto dal browser. Il TTFB è un indicatore chiave della reattività del tuo server web o provider di hosting.

First Contentful Pain (FCP)

Il First Contentful Paint (FCP) misura il tempo dalla navigazione o dal caricamento della pagina al punto in cui il browser esegue il rendering del primo bit di contenuto dal DOM (Document Object Model). Questo potrebbe essere un testo, un’immagine o anche un canvas render. Fornisce un’idea di quanto tempo gli utenti aspettano per iniziare a consumare il contenuto della pagina.

Time to Interactive

La metrica Time to Interactive (TTI) misura il tempo impiegato da una pagina per diventare completamente interattiva, il che significa che la pagina mostra contenuti utili, gli handler degli eventi sono registrati per gli elementi della pagina più visibili e la pagina risponde a interazioni utente entro 50 millisecondi.

Largest Contentful Paint (LCP)

Largest Contentful Paint (LCP) indica il punto nella timeline di caricamento della pagina in cui viene renderizzata l’immagine o il blocco di testo più grande visibile all’interno del viewport. Questa metrica è importante perché ti dice quando il contenuto principale della pagina ha terminato il rendering sullo schermo.

Cumulative Layout Shift (CLS)

Cumulative Layout Shift (CLS) è una metrica che misura la stabilità visiva su una pagina web. Quantifica quanto spostamento inaspettato del layout degli elementi visibili sulla pagina si verifica.

Total Blocking Time (TBT)

Il Total Blocking Time (TBT) quantifica la quantità totale di tempo in cui una pagina è bloccata dal rispondere agli input dell’utente, come i click del mouse, i tocchi dello schermo o la pressione della tastiera. La metrica è la somma totale di tutto il tempo di blocco tra First Contentful Paint e Time to Interactive.

Indice di Velocità (Speed Index)

La metrica Speed Index misura la velocità con cui il contenuto di una pagina è visibilmente popolato. È espresso in millisecondi ed è correlato con la velocità di caricamento percepita della pagina. Più basso è l’indice di velocità, meglio è.

Per fortuna, l’utilizzo di strumenti di test della velocità come GTmetrix può aiutarti a identificare i problemi con queste metriche sul tuo sito web WordPress. Affrontare questi problemi può migliorare la soddisfazione degli utenti, aumentare il tempo di permanenza e la visibilità del tuo sito nei risultati dei motori di ricerca, apportando così più traffico organico. Ricorda, un sito web più veloce migliora l’esperienza dell’utente e aumenta gli sforzi SEO.

Un tuffo in GTmetrix

Abbracciare l’era digitale significa garantire che il tuo sito web offra un’esperienza utente di prim’ordine e GTmetrix è un potente strumento che può aiutarti a raggiungere questo obiettivo. GTmetrix analizza in modo completo le prestazioni del tuo sito web, offrendo preziose informazioni che possono migliorare significativamente i tuoi sforzi SEO.

Lo strumento GTmetrix valuta le metriche di velocità chiave come Time to First Byte (TTFB), First Contentful Paint (FCP), Time to Interactive (TTI), Largest Contentful Paint (LCP), Total Blocking Time (TBT) e Speed Index.

Comprendere e ottimizzare queste metriche può migliorare la velocità di caricamento del tuo sito e aumentare la sua visibilità nei risultati dei motori di ricerca. Quindi, tuffiamoci nel mondo di GTmetrix ed esploriamo come può elevare il tuo sito web a nuovi livelli di prestazioni e soddisfazione degli utenti.

Cos’è GTmetrix?

GTmetrix è uno degli strumenti web gratuiti più popolari per i test di velocità dei siti web. Valuta la velocità e l’efficienza di un sito, offrendo informazioni utili per ottimizzare le prestazioni di un sito e migliorare l’esperienza dell’utente. I report sui test di velocità di GTmetrix forniscono uno sguardo approfondito al processo di caricamento del tuo sito.

In passato, GTmetrix classificava le prestazioni in base a regole e benchmark stabiliti da PageSpeed Insights di Google e YSlow di Yahoo. Tuttavia, a un certo punto, hanno capito che questi si concentravano principalmente sulla struttura front-end di una pagina web piuttosto che sull’esperienza dell’utente.

Immagine del nuovo GTmetrix basato su Google Lighthouse

Google utilizza Lighthouse per i propri strumenti. Pertanto, allineando GTmetrix con Lighthouse, gli utenti possono capire meglio come il loro sito potrebbe funzionare nelle classifiche di ricerca di Google. Lighthouse è più adatto per gestire le moderne tecnologie web e offre una visione più olistica delle prestazioni di un sito web, comprese le metriche relative ai dispositivi mobili e alle app web progressive.

Caratteristiche e funzionalità di GTmetrix

Dopo essere passato a Lighthouse, GTmetrix fornisce attualmente un’analisi più accurata, completa e aggiornata delle prestazioni del sito web. In questo modo, si allinea con gli strumenti e le metriche che contano di più per i professionisti dello sviluppo web e del marketing digitale di oggi.

Le caratteristiche chiave di GTmetrix includono:

  • Analisi delle prestazioni: GTmetrix fornisce una valutazione approfondita della velocità di caricamento del tuo sito web utilizzando le metriche chiave di Google Lighthouse, tra cui Largest Contentful Paint (LCP), Total Blocking Time (TBT), Cumulative Layout Shift (CLS), Time to Interactive (TTI) e Speed Index.
  • Report strutturati: GTmetrix genera report dettagliati che evidenziano le aree del tuo sito web che sono ben ottimizzate e quelle che necessitano di miglioramento. Questo rende più facile stabilire la priorità e affrontare i problemi di maggior impatto.

Oltre a fornire punteggi, GTmetrix offre consigli pratici per migliorare le prestazioni del tuo sito web. Queste informazioni possono guidare i tuoi sforzi di ottimizzazione e portare a miglioramenti tangibili.

  • Tracciamento storico: GTmetrix ti consente di tracciare le prestazioni del tuo sito web nel tempo. Questo può aiutarti a comprendere l’impatto delle modifiche apportate e identificare eventuali tendenze o problemi ricorrenti.
  • Grafico a cascata: questa rappresentazione visiva del comportamento di caricamento del tuo sito web può aiutarti a individuare colli di bottiglia specifici o elementi problematici che stanno rallentando il tuo sito.
  • Riproduzione video: GTmetrix può registrare un video del caricamento della tua pagina, permettendoti di vedere cosa vedono i tuoi utenti. Questo può aiutare a identificare eventuali problemi visivi che potrebbero non essere catturati dalle sole metriche delle prestazioni.

Sfruttando queste funzionalità e capacità, puoi assicurarti che il tuo sito web funzioni al meglio, fornendo un’esperienza utente eccezionale e massimizzando il tuo potenziale SEO.

Guida introduttiva a GTmetrix

GTmetrix fornisce piani gratuiti e Pro, ciascuno con diversi livelli di funzionalità e capacità.

Screenshot dei piani GTmetrix

Piano gratuito

La versione gratuita di GTmetrix consente agli utenti di analizzare le prestazioni del proprio sito web in base a metriche chiave di Lighthouse come Largest Contentful Paint (LCP), Total Blocking Time (TBT), Cumulative Layout Shift (CLS), Time to Interactive (TTI) e Speed Index . Tuttavia, limita il numero di test giornalieri, memorizza solo gli ultimi 20 report e i test vengono condotti da un’unica posizione (Vancouver, Canada) utilizzando un browser Chrome su un desktop.

Piano Pro

Il piano Pro di GTmetrix ha funzionalità aggiuntive e una maggiore flessibilità, che lo rendono una scelta adatta per gli utenti che richiedono analisi più complete e frequenti. Il piano Pro include:

– Più test giornalieri e un limite orario maggiore.

– Accesso prioritario, il che significa che i tuoi test sono posti in cima alla coda, anche durante le ore di punta.

– Test da più posizioni.

– Test con opzioni dispositivo simulato (Mobile).

– Opzioni di analisi avanzate come l’utilizzo di un AdBlocker, l’acquisizione di video e l’impostazione di una velocità di connessione personalizzata.

– Più URL salvati e una cronologia dei report più ampia.

– Le funzionalità di monitoraggio ti consentono di impostare avvisi per quando le prestazioni della tua pagina cambiano oltre determinate soglie.

– Il Developer Toolkit per informazioni più approfondite sulle prestazioni e il debug dei problemi di prestazione.

Il piano Pro è suddiviso nei piani Individuale, Business e Personalizzato, ognuno dei quali offre vantaggi crescenti. Il costo del piano Pro varia a seconda del livello scelto ed è progettato per coloro che hanno bisogno di eseguire analisi frequenti e dettagliate o che desiderano monitorare regolarmente le prestazioni del proprio sito web.

Crea un account GTmetrix

Creare un account GTmetrix è abbastanza semplice e facile da realizzare. Ai fini di questa guida, creeremo un account gratuito per testare un sito WordPress. Per farlo, carica semplicemente gtmetrix.com e fai click sul pulsante Inizia gratuitamente nell’angolo in alto a destra della pagina.

Screenshot che mostra il pulsante Inizia in GTmetrix e crea il tuo account

Questo carica un semplice modulo di registrazione che dovrai compilare con i tuoi dettagli, come mostrato nello screenshot qui sotto. Una volta completata questa parte, clicca il pulsante Crea account nella parte inferiore del modulo.

Screenshot che mostra il modulo di registrazione per GTmetrix

Il tuo account verrà creato e riceverai un’email per convalidare l’indirizzo email utilizzato per la registrazione. Fai click sul link all’interno del messaggio dallo strumento GTmetrix e verrai indirizzato al sito web che mostra un banner di verifica riuscita, come nello screenshot seguente:

Screenshot del messaggio di convalida dell'email GTmetrix

 

Una volta che il tuo account gratuito è pronto, puoi iniziare a testare le prestazioni del tuo sito web e ricevere report GTmetrix.

Personalizza il tuo test GTmetrix

GTmetrix offre una suite di opzioni di personalizzazione dell’analisi che ti consentono di personalizzare i test delle prestazioni del tuo sito web per riflettere una gamma di esperienze utente. Per modificare il tuo test, fai click sul pulsante Opzioni di analisi nella Dashboard di GTmetrix.

Screenshot del pulsante Opzioni di analisi in GTmetrix

Quindi, si aprirà un modulo, in cui è possibile scegliere come modificare le varie opzioni.

Screenshot delle impostazioni avanzate del test di velocità in gtmetrix

Le opzioni di analisi personalizzabili tra cui scegliere sono le seguenti:

  • Posizione: puoi selezionare la posizione geografica da cui eseguire i test. Questo ti consente di capire come gli utenti di diverse regioni sperimentano il tempo di caricamento del tuo sito.
  • Browser: GTmetrix ti consente di scegliere tra Chrome e Firefox per i tuoi test, fornendo informazioni dettagliate sulle prestazioni del tuo sito su diversi browser.
  • Tipo di connessione: questa opzione ti consente di simulare diverse velocità di rete, dalla banda larga al 3G. Questo può aiutarti a capire come si comporta il tuo sito in vari scenari di connettività.
  • Privacy: se preferisci mantenere privati i report sul rendimento, GTmetrix offre un’impostazione di privacy che impedisce al pubblico di visualizzare i tuoi dati.
  • Crea video: questa funzione registra un video del caricamento della pagina, dimostrando visivamente il processo di rendering del tuo sito.
  • AdBlock: con questa opzione, puoi testare il tuo sito con AdBlocker abilitato, che può aiutarti a capire come gli script degli annunci influiscono sulle prestazioni del tuo sito.

Puoi anche personalizzare più Opzioni avanzate, come:

  • Risoluzione schermo: puoi personalizzare la risoluzione dello schermo per i tuoi test in modo che rifletta le diverse dimensioni dello schermo del dispositivo.
  • Device Pixel Ratio: questa impostazione ti consente di simulare test su display ad alta risoluzione (Retina).
  • User Agent Override: questa opzione ti consente di imitare le richieste da diversi browser, fornendo informazioni sulla compatibilità cross-browser.

Queste opzioni di personalizzazione rendono GTmetrix uno strumento versatile per comprendere e ottimizzare le prestazioni del tuo sito da varie prospettive dell’utente, aiutando in definitiva a migliorare l’esperienza dell’utente e le classifiche SEO.

Esecuzione di test con GTmetrix

Dopo aver personalizzato le opzioni di analisi in base alle tue esigenze specifiche, puoi eseguire test sul tuo sito e sulle tue pagine. Innanzitutto, inserisci l’URL del tuo sito WordPress nel campo designato per testare le prestazioni di velocità del tuo sito e clicca il pulsante Analizza a lato.

Screenshot del pulsante Analizza in GTmetrix

Concedi allo strumento un po’ di tempo per completare il test e fornirti il report dettagliato generato su come sta andando il tuo sito. Il report assomiglia al risultato del test di esempio fornito nello screenshot qui sotto.

Screenshot di un esempio di rapporto sulle prestazioni di GTmetrix

Il passaggio successivo è decifrare i risultati. Per aiutarti, abbiamo compilato la seguente sezione, quindi continua a leggere.

Capire e interpretare le valutazioni del punteggio GTmetrix

Comprendere e interpretare le valutazioni del punteggio GTmetrix è essenziale per ottimizzare le prestazioni del tuo sito web e migliorare l’esperienza dell’utente. I punteggi di GTmetrix forniscono un’istantanea di come il tuo sito è ottimizzato per velocità, efficienza e funzionamento regolare.

Punteggi elevati in genere indicano un sito ben ottimizzato e a caricamento rapido che offre un’esperienza utente superiore. D’altra parte, punteggi bassi indicano aree che necessitano di miglioramento per prestazioni migliori.

Analizzando questi punteggi, puoi individuare e risolvere efficacemente i problemi che potrebbero ostacolare le prestazioni del tuo sito o l’esperienza utente. Questo porta a un’esperienza utente più soddisfacente e può migliorare il ranking SEO del tuo sito, rendendo più facile per potenziali visitatori trovare il tuo sito attraverso i motori di ricerca. In sostanza, i punteggi GTmetrix sono una guida preziosa nella tua continua ricerca per fornire un sito web veloce, efficiente e facile da usare.

Panoramica della dashboard di GTmetrix

Ci sono diverse parti del report di GTmetrix a cui devi prestare attenzione. Per prima cosa, daremo un’occhiata a GTmetrix Grade, Web vitals, e la scheda Riepilogo. Queste sono le metriche che vedi nella prima pagina del report quando viene generato. Quindi, approfondiremo le schede separate dei risultati di GTmetrix e le informazioni dettagliate che forniscono.

GTmetrix Grade

Il GTmetrix Grade è un punteggio calcolato che prende in considerazione sia i punteggi delle prestazioni che quelli della struttura. Fornisce una valutazione equilibrata di come il tuo sito web è ottimizzato in termini sia di prestazioni che di elementi strutturali che contribuiscono alla sua velocità ed efficienza complessive.

Questo punteggio è una parte fondamentale del report di GTmetrix e indica la velocità della tua pagina e il livello di ottimizzazione. È derivato dalla metodologia di punteggio di Google Lighthouse ed è rappresentato come una percentuale su 100. Maggiore è la percentuale, migliore sarà l’ottimizzazione del tuo sito web.

Screenshot di un esempio di risultato del punteggio GTmetrix

Ecco una guida generale per interpretare il GTmetrix Grade:

Punteggio Significato
90-100% (A) Potrebbero comunque essere apportate piccole modifiche ben ottimizzate, ma il tuo sito web si carica rapidamente nel complesso.
80-89% (B) Ragionevolmente ottimizzato e dovrebbe caricarsi in modo relativamente rapido. Alcune aree potrebbero essere migliorate.
70-79% (C) Mediamente ottimizzato, diverse aree potrebbero essere migliorate per accelerare il tempo di caricamento del tuo sito web.
60-69% (D) Poco ottimizzato, ci sono aree significative che devono essere affrontate per migliorare il tempo di caricamento
0-59% (E-F)

Mal ottimizzato e probabilmente si caricherà molto lentamente. È necessario apportare importanti miglioramenti

Web Vitals

Web Vitals è un’iniziativa di Google per fornire una guida unificata per i segnali di qualità essenziali per offrire un’esperienza utente eccezionale sul web. I punteggi di Web Vitals in GTmetrix si basano su tre aspetti fondamentali: caricamento, interattività e stabilità visiva. Questi aspetti sono rappresentati da tre metriche corrispondenti: Largest Contentful Paint (LCP), First Input Delay (FID) e Cumulative Layout Shift (CLS).

Screenshot di un esempio di risultato del test di GTmetrix web vitals

Ecco come interpretare queste metriche:

  • Largest Contentful Paint (LCP): misura le prestazioni di caricamento. Per fornire una buona esperienza utente, l’LCP dovrebbe avvenire entro 2.5 secondi da quando la pagina inizia a caricarsi.
  • First Input Delay (FID): misura l’interattività. Per fornire una buona esperienza utente, le pagine dovrebbero avere un FID inferiore a 100 millisecondi.

Google sta pianificando di sostituire la metrica FID (a marzo 2024) con la metrica Interaction to Next Paint introdotta di recente. INP valuta la reattività di una pagina web sfruttando i dati dall’API Event Timing. Se l’interazione di un utente porta alla mancata risposta della pagina web, si traduce in una scarsa esperienza utente. INP monitora il ritardo in tutte le interazioni utente-pagina e fornisce un singolo valore per cui, idealmente, tutte (o la maggior parte) le interazioni dovrebbero rientrare al di sotto. Un valore INP più basso indica che la pagina è stata costantemente veloce nel rispondere a tutte o alla maggior parte delle interazioni dell’utente.

  • Cumulative Layout Shift (CLS): misura la stabilità visiva. Per fornire una buona esperienza utente, le pagine devono mantenere un CLS inferiore a 0.1.
Metrica Buono Richiede miglioramenti Scarso
Largest Contentful Paint (LCP) entro 2.5 secondi 2.5 – 4 secondi oltre 4 secondi
First Input Delay (FID) meno di 100 millisecondi 100 – 300 millisecondi oltre 300 millisecondi
Cumulative Layout Shift (CLS) minore di 0.1 0.1 – 0.25 oltre 0.25

L’ottimizzazione di queste metriche può fornire una migliore esperienza utente, che a sua volta può avere un impatto positivo sulle prestazioni SEO del tuo sito.

Punteggio Struttura

Il punteggio struttura in GTmetrix è una parte del voto generale di GTmetrix e rappresenta come il tuo sito web è costruito in termini di migliori pratiche di performance. Si basa su una serie di regole derivate dagli audit di Google Lighthouse per le migliori pratiche, SEO e altro.

Il punteggio struttura è presentato come percentuale, con 100% che indica che il tuo sito web segue tutte le migliori pratiche consigliate per prestazioni ottimali.

Screenshot del punteggio Structure score GTmetrix grade

Ecco una guida generale su come interpretare il punteggio:

Punteggio Interpretazione
98-100% (A) Sito web strutturato in modo eccellente che segue quasi tutte o tutte le migliori pratiche
80-89% (B) Sito ben strutturato, ma alcune aree potrebbero essere migliorate
70-79% (C) Mediamente strutturato, con diverse aree che necessitano di miglioramento
60-69% (D) La struttura ha bisogno di un miglioramento significativo
0-59% (E – F) Struttura del sito web scadente che richiede un lavoro sostanziale

 

Un sito web con un punteggio di struttura elevato sarà probabilmente ben ottimizzato, efficiente e fornirà una buona esperienza utente. Tuttavia, è anche importante esaminare i singoli audit nel report di GTmetrix per comprendere le aree specifiche che necessitano di miglioramento.

Un tuffo nelle schede dei risultati di GTmetrix

Pronto a padroneggiare le schede dei risultati del test di velocità GTmetrix? Le schede GTmetrix sono un potente toolkit per comprendere e migliorare le prestazioni del tuo sito web.

Screenshot delle schede dei risultati di GTmetrix

La scheda Riepilogo offre una visione di alto livello degli indicatori chiave di prestazione, mentre le schede Prestazioni e Struttura approfondiscono le specifiche di velocità, ottimizzazione e composizione del sito. Le schede Cascata e Video presentano una narrazione visiva del percorso di caricamento, individuando le aree di miglioramento. D’altra parte, la scheda Cronologia funge da sequenza temporale delle prestazioni, illustrando l’impatto delle modifiche nel tempo. Insieme, queste schede forniscono un framework completo per migliorare l’esperienza utente e i risultati SEO.

In questa sezione, ti aiuteremo a capire meglio i risultati forniti dallo strumento di test della velocità GTmetrix. Esamineremo ciascuna di queste metriche di rendimento in modo più dettagliato di seguito, quindi continua a leggere.

Scheda Riepilogo

La scheda Riepilogo è il punto di partenza che ti fornisce un’istantanea delle prestazioni, della struttura e del comportamento di caricamento della tua pagina web. Pensa a questa scheda come al tuo pannello di controllo principale. Le informazioni che fornisce possono guidare i tuoi sforzi di ottimizzazione, aprendo la strada a notevoli miglioramenti nel comportamento di caricamento del tuo sito.

Nella parte superiore della pagina, vedrai la sezione Velocità di visualizzazione. In quella sezione, puoi osservare il processo di caricamento della pagina contrassegnato dalle varie metriche del punteggio di Performance. Questo ti consente di vedere cosa provano i tuoi visitatori quando caricano il tuo sito WordPress.

Screenshot di un esempio di tab Riepilogo in GTmetrix

Successivamente, vedrai la sezione Problemi principali della scheda Riepilogo. Mostra i problemi più impattanti che potrebbero ostacolare le prestazioni della tua pagina web.

Di seguito è riportata la sezione Dettagli pagina, dove puoi vedere la Dimensione totale della pagina e le Richieste totali della pagina del tuo sito. Con questi risultati, puoi determinare se il tuo sito è ricco di immagini, file JavaScript o CSS e quante richieste generano. Passando il mouse sopra ogni incremento otterrai maggiori dettagli su ogni tipo di richiesta.

Screenshot dei dettagli della pagina GTmetrix

L’ultima sezione della scheda Riepilogo è Altro da GTmetrix, dove lo strumento fornisce suggerimenti personalizzati per il miglioramento. Le informazioni in questa sezione si basano sull’analisi della tua pagina web.

Scheda Performance

La scheda Performance è il tuo analista personale delle prestazioni del sito web. Fornisce una ripartizione dettagliata del punteggio del tuo sito sulle metriche di performance. Passando il mouse sopra il punto interrogativo accanto a ciascuna metrica viene mostrata una breve descrizione e ogni punteggio della metrica è codificato a colori. Il codice colore dipende dalle prestazioni del tuo sito web.

Screenshot della scheda Performance in un esempio di risultato GTmetrix

Sotto la sezione Performance Metrics, troverai la sezione Browser Timings. Questi tempi segnano diverse fasi nel processo di caricamento della pagina, come riportato dal browser. Sebbene non influenzino direttamente il tuo punteggio di prestazione, offrono preziose informazioni aggiuntive sulle prestazioni della tua pagina e vale la pena dare un’occhiata più da vicino.

Scheda Struttura

La scheda Struttura è come una radiografia del tuo sito web. Rivela come è costruito il tuo sito e quale impatto ha ciascuno degli elementi controllati sulle sue prestazioni. Gli impatti sono derivati dai risultati dell’analisi del tuo sito e puoi vedere potenziali previsioni di risparmio per ciascuno.

Screenshot della scheda Structure nel test di esempio di GTmetrix

I risultati mostrati nella pagina di questa scheda sono rilevanti per tutte le metriche di performance. Se preferisci, puoi fare click sulle sottoschede per ottenere i risultati per metrica di performance.

Cascata

Il grafico GTmetrix Waterfall descrive visivamente il processo di caricamento del tuo sito. Mostra la sequenza e la durata di ciascun elemento durante il caricamento, aiutandoti a individuare i colli di bottiglia e a dare la priorità alle aree di ottimizzazione. Questo può essere determinante nel ridurre il tempo di caricamento della pagina, un fattore critico sia per la soddisfazione degli utenti che per la SEO.

Screenshot della scheda Cascata in GTmetrix

La lunghezza delle barre indica la durata di ogni fase, aiutandoti a identificare quali risorse o fasi stanno rallentando il tuo sito web. Questa scheda è determinante nell’individuare colli di bottiglia e dipendenze, consentendoti di ottimizzare il tuo sito per tempi di caricamento più rapidi, migliorando così l’esperienza utente e le prestazioni SEO.

Video

La scheda Video fornisce una riproduzione in tempo reale del processo di caricamento della tua pagina. È come guardare un filmato del caricamento del tuo sito web, che ti consente di vedere cosa provano i tuoi utenti. Identificando gli elementi che causano ritardi, puoi ottimizzare il tempo di caricamento del tuo sito, migliorando l’esperienza dell’utente e potenzialmente aumentando il tuo ranking SEO.

Screenshot della scheda Video in GTmetrix

Cronologia

La scheda Cronologia è la macchina del tempo delle prestazioni del tuo sito web. Tiene traccia dei cambiamenti nel tempo, mostrandoti l’impatto diretto dei tuoi sforzi di ottimizzazione. Questi dati storici possono guidare le modifiche future e aiutarti a mantenere un sito web costantemente ad alte prestazioni e SEO-friendly.

Screenshot della scheda Cronologia in GTmetrix

In sostanza, la scheda Cronologia fornisce una registrazione preziosa del percorso delle prestazioni del tuo sito web, aiutandoti a comprendere il passato, gestire il presente e pianificare il futuro.

6 Strategie in corso per mantenere e migliorare la velocità del sito web

La velocità del sito web è fondamentale per un’ottima esperienza utente e per il posizionamento SEO. Un sito web veloce può darti un vantaggio rispetto ai tuoi concorrenti. Se il tuo sito web si carica più velocemente di quello dei tuoi concorrenti, è più probabile che gli utenti rimangano sul tuo sito.

I server SiteGround sono ospitati sulla piattaforma Google Cloud, noti per la loro rete premium ultraveloce e i potenti data center. Inoltre, come host web che comprende l’importanza della velocità del sito, abbiamo reso l’ottimizzazione più semplice per te abilitando alcune funzionalità essenziali per impostazione predefinita.

1. Monitoraggio regolare con GTmetrix

Controlla regolarmente le prestazioni del tuo sito web con GTmetrix. Questo strumento completo fornisce informazioni dettagliate sulla velocità di caricamento del tuo sito e offre consigli pratici per il miglioramento. Monitorando periodicamente il tuo sito con GTmetrix, puoi identificare i problemi in anticipo e assicurarti che il tuo sito web rimanga veloce ed efficiente.

2. Abilita compressione GZip

La compressione GZip, che è attivata di default su tutti i server SiteGround, riduce la dimensione dei file del tuo sito web, portando a tempi di caricamento più rapidi. È un modo semplice per migliorare la velocità del tuo sito web e fornire un’esperienza di navigazione fluida per i tuoi utenti.

3. Ottimizza immagini

Immagini pesanti e non ottimizzate possono rallentare la velocità del tuo sito web. Assicurati che tutte le immagini siano di dimensioni appropriate e compresse per l’utilizzo sul web. Il plugin interno di SiteGround, Speed Optimizer può aiutare a fornire immagini ottimizzate. Fornisce varie ottimizzazione dei media come la compressione delle immagini, l’ottimizzazione WebP, il Lazy load e la larghezza massima dell’immagine. Inoltre, la CDN interna di SiteGround può aiutare a fornire immagini ottimizzate, portando a tempi di caricamento più rapidi.

4. Leverage Browser Caching

Il Leverage Browser caching, che è anch’esso abilitato per impostazione predefinita su tutti i server SiteGround, consente al browser di un utente di memorizzare copie dei file del tuo sito. Ciò accelera notevolmente i tempi di caricamento nelle visite successive e fornisce un’esperienza utente più fluida senza alcuno sforzo aggiuntivo.

Inoltre, in SiteGround, utilizziamo una tecnologia di caching multi-layer interna che aumenta la velocità del sito fino a 5 volte. Si installa con un solo click e non richiede alcuna configurazione aggiuntiva

5. Riduci al minimo le richieste HTTP

Meno richieste HTTP possono accelerare significativamente il tuo sito web. Ottieni questo risultato semplificando il design del tuo sito, combinando file CSS e JavaScript e riducendo i componenti on-page. La configurazione MySQL personalizzata di SiteGround migliora l’elaborazione delle richieste del database del tuo sito.

Inoltre, tutti i siti web basati su PHP, come WordPress, ottengono un ulteriore aumento di velocità grazie al nostro PHP Ultraveloce personalizzato configurazione che riduce la velocità di caricamento del sito fino al 30%. È attivo di default su quasi tutti i piani di hosting.

Infine, ogni mese, i clienti SiteGround ricevono un’istantanea delle prestazioni del loro sito direttamente nella loro casella di posta. I nostri Report mensili sul rendimento gratuiti forniscono informazioni dettagliate sulla velocità del tuo sito e suggerimenti su come migliorarlo ulteriormente.

Grazie a queste implementazioni server, le richieste sono gestite in modo efficiente, mantenendo tempi di caricamento rapidi anche durante periodi di traffico elevato.

6. Utilizza una Content Delivery Network (CDN)

Una CDN funziona distribuendo il contenuto del tuo sito web attraverso una rete di server dislocati in tutto il mondo. Quando un utente visita il tuo sito web, la CDN fornisce il contenuto dal server geograficamente più vicino all’utente. Ciò riduce il tempo necessario per il trasferimento dei dati, con conseguente tempi di caricamento più rapidi per gli utenti, indipendentemente da dove si trovano.

La CDN interna di SiteGround è completamente integrata con i nostri server e interfacce. Ciò significa che può essere abilitata con un solo click, senza ulteriori impostazioni o conoscenze DNS richieste (per i nomi di dominio gestiti da SiteGround). Questo rende incredibilmente facile per te velocizzare il tuo sito web e migliorare l’esperienza utente.

Inoltre, il CDN SiteGround offre anche molti altri vantaggi. Fornisce una maggiore sicurezza proteggendo il tuo sito web dagli attacchi DDoS e altri tipi di minacce web. Riduce anche il carico sul tuo server di hosting, che può aiutare il tuo sito web a gestire livelli di traffico più elevati senza problemi di prestazioni.

Conclusione e passaggi successivi

Abbiamo viaggiato attraverso le profondità di GTmetrix, scoprendo la ricchezza di informazioni che fornisce per ottimizzare le prestazioni del tuo sito web. Comprendendo e sfruttando i dati dalle schede Riepilogo, Prestazioni, Struttura, Cascata, Video e Cronologia, ora sei ben attrezzato per prendere decisioni basate sui dati per migliorare l’esperienza utente del tuo sito web e le prestazioni SEO.

Il prossimo passo è applicare questi insegnamenti in modo coerente. Monitora regolarmente le prestazioni del tuo sito web utilizzando GTmetrix e apporta le modifiche necessarie in base alle informazioni fornite. L’ottimizzazione del sito web è un processo continuo: rimani vigile, sii proattivo e continua a ripetere per il miglioramento. Con questi strumenti e conoscenze a tua disposizione, sei sulla buona strada per un sito web più veloce, più efficiente e facile da usare.

Tuttavia, ottenere un punteggio di 100/100 su GTmetrix potrebbe essere irraggiungibile a causa di vari fattori, quindi non dovresti fissarti sul punteggio perfetto. Invece, concentrati sull’ottimizzazione delle prestazioni del tuo sito web per una migliore esperienza utente e posizionamento SEO.

Domande frequenti su GTmetrix

Cosa misura GTmetrix?

L’obiettivo generale di un report di test di velocità GTmetrix è quello di fornire una valutazione completa delle prestazioni di un sito web, in particolare la velocità di caricamento e l’efficienza. Il report offre un’analisi dettagliata utilizzando una gamma di metriche chiave, fornendo ai proprietari di siti web informazioni utili per migliorare le prestazioni del loro sito.

Ecco le 5 aree principali su cui si concentra il report:

  1. Punteggi delle prestazioni: GTmetrix fornisce un punteggio delle prestazioni basato sulle metriche delle prestazioni di Lighthouse. Fornisce un’indicazione generale della velocità della pagina e del livello di ottimizzazione.
  2. Metriche chiave: il report include dati dettagliati sulle metriche chiave delle prestazioni come Largest Contentful Paint (LCP), Total Blocking Time (TBT), Cumulative Layout Shift (CLS), Time to Interactive (TTI), Speed Index e First Contentful Paint (FCP).
  3. Dettagli pagina: questa sezione fornisce informazioni sulla pagina testata, inclusi il tempo di caricamento completo, la dimensione totale della pagina e il numero totale di richieste.
  4. Raccomandazioni: GTmetrix offre un elenco di consigli ordinati in base al loro potenziale impatto sulle prestazioni. Questi suggerimenti possono aiutare gli utenti a identificare e risolvere i problemi che stanno rallentando il loro sito web.
  5. Grafico a cascata: questa è una ripartizione visiva del comportamento di caricamento di ciascun elemento del sito. Può essere determinante per identificare colli di bottiglia o elementi problematici.

Il report GTmetrix mira ad aiutare i proprietari di siti web a capire quanto bene il loro sito funziona in varie condizioni, identificare le aree di miglioramento e fornire informazioni sull’ottimizzazione del loro sito per una migliore velocità, una migliore esperienza utente e migliori prestazioni SEO.

Quanto è accurato GTmetrix?

GTmetrix è generalmente considerato uno strumento altamente accurato per l’analisi delle prestazioni del sito web. Utilizza le metriche Lighthouse di Google, uno strumento di misurazione delle prestazioni standard del settore, migliorandone la precisione e l’affidabilità.

L’uso coerente di metriche chiave da parte di GTmetrix garantisce un’analisi completa e accurata delle prestazioni del tuo sito web. Di conseguenza, ottieni preziose informazioni che possono aiutarti a migliorare la velocità di caricamento del tuo sito web, migliorare l’esperienza dell’utente e aumentare le tue classifiche SEO. Fidarsi dell’accuratezza di GTmetrix significa che sei sulla strada giusta per ottimizzare le prestazioni del tuo sito web.

Che cos’è un buon punteggio su GTmetrix?

In GTmetrix, i report si basano sul punteggio delle prestazioni di Google Lighthouse. Il punteggio va da 0 a 100, con punteggi più alti che indicano prestazioni migliori.

Ecco una guida generale per comprendere i punteggi di GTmetrix:

Punteggio Valutazione
90-100 (A) Questo è un punteggio eccellente, che indica che il tuo sito web sta andando bene.
80-89 (B) Un buon punteggio, suggerisce che il tuo sito è abbastanza ottimizzato, ma c’è ancora spazio per miglioramenti.
70-79 (C) Un punteggio medio. Indica che diverse aree potrebbero utilizzare l’ottimizzazione mentre il tuo sito sta andando bene.
60-69 (D) Un punteggio inferiore alla media, suggerisce che dovresti prendere in considerazione l’idea di apportare diversi miglioramenti.
0-59 (EF) Questo scarso punteggio indica che il tuo sito ha bisogno di un’ottimizzazione delle prestazioni significativa.

Ricorda, mentre impegnarsi per ottenere un punteggio perfetto può essere utile, non è sempre necessario o fattibile a causa dei compromessi richiesti. L’obiettivo dovrebbe essere quello di fornire un’esperienza utente veloce e fluida piuttosto che ottenere un punteggio GTmetrix perfetto. Considera la praticità e l’impatto di qualsiasi sforzo di ottimizzazione sul tuo sito web e sul tuo pubblico.

Come posso migliorare il mio punteggio GTmetrix?

Aumentare il tuo punteggio GTmetrix implica diverse strategie di ottimizzazione. Uno di questi è comprimere e ottimizzare le immagini e abilitare la compressione per i tuoi file CSS, HTML e JavaScript. Riduci il codice e riduci i reindirizzamenti per ridurre il tempo di caricamento. Sfrutta la memorizzazione nella cache del browser e migliora il tempo di risposta del server per un’esperienza utente più fluida. Utilizza una Content Delivery Network (CDN) per una distribuzione efficiente dei contenuti e dai la priorità al caricamento dei contenuti above-the-fold.

Infine, opta per il caricamento asincrono di file CSS e JavaScript ed evita l’uso non necessario del blocco di JavaScript e CSS. L’implementazione di queste strategie può migliorare significativamente il punteggio GTmetrix e le prestazioni complessive del sito web.

Condividi questo articolo