Inizio
/
Tutorial WordPress
/
Tutorial sul Plugin SiteGround Optimizer
/
Ottimizzazioni di ambiente in SiteGround Optimizer

Ottimizzazioni di ambiente in SiteGround Optimizer

Forzatura HTTPS

Importante! Prima di abilitare HTTPS, dovrai ottenere un certificato SSL per il dominio del tuo sito. Per default, SiteGround emette certificati gratuiti Let’s Encrypt per tutti i siti.

Se sei un cliente di SiteGround puoi controllare se ce n’è uno rilasciato per il tuo dominio WordPress in Site Tools > Sicurezza > Gestione SSL.

Gli utenti fuori da SiteGround dovrebbero assicurarsi di avere un certificato SSL attivo.

Una volta emesso il certificato, puoi abilitare HTTPS tramite SiteGround Optimizer. Questo configurerà il tuo sito in modo da funzionare regolarmente via HTTPS e forzerà una connessione sicura aggiungendo una regola nel tuo file .htaccess. Poiché tutti i nostri server supportano l’innovativo e più veloce protocollo HTTP2, anche i clienti di SiteGround che gestiscono il loro sito tramite HTTPS possono beneficiarne.

Sistema i contenuti non sicuri

Non è necessario attivarlo nella maggior parte dei casi. Usalo solo se noti avvisi di contenuto insicuro/misto sul tuo sito dopo aver cambiato l’HTTPS. Questa opzione riscriverà dinamicamente le risorse caricate in modo insicuro per passare attraverso https. Anche se abbiamo sviluppato la riscrittura per essere super veloce, aggiungerà qualche inutile sovraccarico al processo di caricamento del tuo sito se è già configurato e funziona correttamente via HTTPS.

GZIP Compression

La GZIP Compression è abilitata di default per tutti i siti web sui server di SiteGround, quindi questa opzione appare solo per gli utenti fuori da SiteGround.

Permette la compressione del contenuto che viene consegnato ai browser dei tuoi visitatori, migliorando i tempi di caricamento in rete del tuo sito.

Browser Caching

Leverage Browser Caching è abilitata di default per tutti i siti web sui server di SiteGround, quindi questa opzione appare solo per gli utenti fuori da SiteGround.

Aggiunge delle regole per conservare più a lungo il contenuto statico del tuo sito nella cache del browser dei visitatori, il che migliora le prestazioni del sito.

Ottimizzazione dell’Heartbeat di WordPress

Abilitando questa opzione, puoi controllare l’API Heartbeat di WordPress. Di default, l’API Heartbeat di WordPress verifica ogni 15 secondi sulle pagine di modifica dei post e ogni 60 secondi sulla dashboard e sul frontend se ci sono attività pianificate da eseguire. Questo può generare un elevato utilizzo della CPU se lasci le schede del browser in cui hai effettuato l’accesso a WordPress aperte per un periodo di tempo più lungo. Con questa opzione, puoi rendere i controlli meno frequenti o disabilitarli completamente. Hai la possibilità di cambiare WP Heartbeat per tre diverse posizioni e anche modificare la sua frequenza.

Manutenzione programmata del database

Se abilitata, questa opzione programma una manutenzione del database che viene eseguita una volta alla settimana. L’ottimizzazione esegue le seguenti operazioni: ottimizzazione del database per le tabelle MyISAM, eliminare tutti i post e le bozze di pagina creati automaticamente, eliminare tutte le revisioni di post e pagine, eliminare tutti i post e le pagine nel tuo cestino, eliminare tutti i commenti segnati come Spam, eliminare tutti i transienti scaduti.

Nota che se i tuoi database utilizzano il motore di archiviazione InnoDB, l’ottimizzazione del database verrà eseguita automaticamente da esso.

Menu dei Tutorial

Condividi questo articolo