SEO per le piccole imprese

SEO per le piccole imprese: posiziona la tua attività in cima a Google

Diciamolo chiaro: è difficile fare SEO per le piccole imprese nel 2023.

E francamente, non è mai stato facile. Forse nel 2010, quando i marketer potevano ingannare Google con un surplus di parole chiave, PBN e vari altri metodi (come i post della bacheca utilizzati come backlink). C’era anche molta meno concorrenza.

Al giorno d’oggi, praticamente tutti i cluster e le nicchie di parole chiave sono presi da siti noti e sono difficili da superare. Tuttavia, le piccole imprese hanno infinite opportunità di posizionarsi nelle loro nicchie per le parole chiave giuste.

In questo articolo, discuteremo di come tu, come piccola impresa, puoi potenziare la tua SEO e ottenere traffico organico.

Cos’è la SEO per le piccole imprese?

La SEO (Search Engine Optimization) per le piccole imprese è una combinazione di strategie che fanno sì che la tua pagina su Google ottenga traffico, click e conversioni. In altre parole, fa apparire il tuo sito web più in alto nei risultati di ricerca per rendere la tua attività più individuabile, superando le classifiche della concorrenza.

Se la tua strategia SEO online e locale è efficace, il tuo sito web dovrebbe apparire nella prima pagina dei risultati di ricerca come i link sottostanti.

SEO per le piccole imprese

Secondo il Search Engine Journal, il 25% delle persone clicca solo sui risultati presenti nella prima pagina Google. A parte questo, la prima pagina ha un CTR medio del 31,7%, secondo Backlinko. Queste statistiche sono potenti promemoria del fatto che la SEO è fondamentale per il traffico organico.

È necessario al 100% fare SEO? 

Bene, mettiamola così: se non hai una strategia SEO elaborata, sei in grave svantaggio rispetto ai tuoi concorrenti. I loro sforzi SEO li faranno salire in cima mentre la tua pagina si troverà in fondo senza salire mai.

Per non parlare del fatto che il tuo traffico organico ne risentirà e, se la tua attività dipende fortemente dal marketing online, ciò potrebbe comportare gravi conseguenze per la tua attività. 

In che modo la SEO avvantaggia le piccole imprese?

Come accennato in precedenza, la SEO è fondamentale per il successo della tua azienda. Ma tuffiamoci più a fondo.

Quali vantaggi ha in particolare la SEO?

Aumentare il traffico organico dai motori di ricerca

Il vantaggio più significativo della SEO per le piccole imprese è il traffico organico che porta. Il traffico organico non solo ti aiuta a risparmiare denaro su cose come la pubblicità a pagamento, ma generalmente porta potenziali clienti che sono più avanti nel percorso di acquisto.

È più probabile che i tuoi lead organici finiscano per acquistare i tuoi prodotti poiché stanno già utilizzando parole chiave specifiche.

Il posizionamento nella prima pagina dei motori di ricerca è necessario per essere visti dalla maggior parte dei clienti. E se sei in prima posizione hai addirittura un numero doppio di click rispetto al secondo risultato, secondo Smart Insights.

Ancora meglio, aggiudicarti lo snippet in primo piano può aiutarti a saltare al primo posto e darti una doppia possibilità di ottenere più traffico organico.

Sostituire i costosi annunci a pagamento

Ora, ti starai chiedendo se la pubblicità a pagamento sia un’alternativa all’investimento in SEO. Diamo un’occhiata a un esempio di “dog sitter” in cui i primi due link sono annunci pubblicitari.

Gli annunci a pagamento ti consentono di visualizzare “artificialmente” i tuoi link per primi su Google. 

Può essere una buona idea in molti casi, portando a risultati più rapidi. La vera domanda è se questi risultati sono sostenibili per la tua azienda o saranno di breve durata.

La pubblicità a pagamento può costare un sacco, specialmente se la usi costantemente per sostituire la SEO. Un altro aspetto negativo è che i click non garantiscono mai le vendite. Una cosa è convincere le persone a fare click sul tuo annuncio, ma devi convincerle anche che vale la pena acquistare il tuo prodotto.

Per questo motivo, la pubblicità a pagamento ha i suoi vantaggi, come una copertura amplificata e un targeting potenziato e dovrebbe essere utilizzata come parte di una strategia di marketing. Ma non sostituisce del tutto la SEO. 

Aumentare il numero di nuovi lead

Ogni nuovo lead rappresenta un’opportunità unica. I nuovi lead possono diventare clienti a lungo termine, consigliare i tuoi servizi/prodotti alle loro reti e lasciare recensioni persuasive sul tuo sito web.

È essenziale per una piccola impresa cercare costantemente nuovi contatti per aumentare il database dei clienti.

Suggerimenti SEO per le piccole imprese

Ora che abbiamo esaminato l’importanza e i vantaggi della SEO per le piccole imprese, passiamo ai suggerimenti.

Ricerca di parole chiave e analisi della concorrenza 

La ricerca per parole chiave è la spina dorsale della SEO. Fondamentalmente, se nessuno cerca il prodotto che offri o gli argomenti dei tuoi contenuti, non otterrai risultati di traffico promettenti.

Devi conoscere le tue parole chiave per evitare di essere nel 90,63% delle pagine che non ricevono traffico organico da Google, secondo uno studio di Ahrefs. Hai letto bene: la ricerca di parole chiave è MOLTO importante.

Oltre ad aiutare le tue pagine a guadagnare traffico, la ricerca per parole chiave aiuta a:

  • Scoprire quanto traffico puoi ottenere per parole chiave specifiche
  • Scoprire quanto è difficile posizionarsi per determinate parole chiave
  • Creare calendari editoriali per parole chiave
  • Valutare le probabilità di diventare cliente di chi ricerca quelle keyword

La ricerca per parole chiave inizia con un elenco di idee per argomenti che i tuoi potenziali clienti potrebbero cercare. Diciamo che possiedi un negozio di giardinaggio. Cercherai le seed keyword – parole chiave “seme”. Le tue seed keyword potrebbero essere:

  • Piante
  • Giardino
  • Vasi
  • Cespugli
  • Vivaio

Le parole chiave accennate devono essere vaghe e non le utilizzerai così come sono per creare contenuti. Sono pensate per essere idee di argomenti generali che restringerai in seguito.

Quando avrai sviluppato un elenco di seed keyword iniziali, puoi verificare rapidamente quali parole chiave utilizzano i tuoi concorrenti. Prendi una delle tue seed keywords e cercala su Google. 

Devi usare un buon metro di giudizio quando determini quali sono i siti web tuoi concorrenti. Se compaiono grandi marchi come Amazon, non dovresti necessariamente trattarli come concorrenti. Invece, cerca siti web come il tuo o quelli a cui stai cercando di assomigliare. 

Una volta individuati i tuoi principali concorrenti, puoi vedere quali parole chiave portano loro più traffico. Strumenti come Ahrefs sono eccellenti per farlo.

Un’azienda di successo può classificarsi per dozzine delle migliori parole chiave. Significa che devi provare a classificarti per le stesse? Non sempre, poiché le grandi aziende generalmente hanno più budget per assicurarsi di posizionarsi costantemente per le migliori parole chiave.

In questo caso, considera quali parole chiave porteranno più lead ai tuoi prodotti o linee di prodotti specifici.

Ad esempio, se il tuo pubblico è alla ricerca di piante grasse, puoi utilizzare una parola chiave correlata a “pianta grassa” che sia popolare, economica e longeva. Più specifico riesci ad essere, più lead avrai. 

Nel complesso, un’analisi della concorrenza di successo comporta la ricerca di lacune o disconnessioni tra la tua concorrenza e il pubblico, per poter poi cercare modi per colmare tali lacune. 

Ma la ricerca sulla concorrenza non è tutto. Di solito ci sono un sacco di potenziali keyword che la tua concorrenza potrebbe non prendere di mira. Per trovarle, dovrai utilizzare strumenti di ricerca per parole chiave come Moz, Semrush, Ahrefs, Google Keyword Planner, Keyword Surfer, etc. 

Qualunque sia la parola chiave con cui vuoi lavorare, funzionano generalmente tutte allo stesso modo. Inserisci una seed keyword, e lo strumento per le keyword estrae le parole chiave dal suo database in base a quella parola chiave. 

Google Keyword Planner è quello più conosciuto poiché è efficace e gratuito.

Se inseriamo le nostre parole chiave seed di cui parlavamo prima, otteniamo i seguenti risultati:

Google Keyword Planner prende le tue seed keyword e genera idee connesse, evitando di sovrapporre le parole chiave che inserisci.

Ora, se vuoi migliorare la tua ricerca di parole chiave e accedere a più dati, avrai bisogno di uno strumento a pagamento come Semrush o Moz. Questi strumenti generalmente offrono parole chiave più differenziate e di qualità superiore.

                      
Email di accesso inviata!

Iscriviti per
altri fantastici contenuti!

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter mensile con gli ultimi contenuti utili e le offerte SiteGround.

Grazie!

Per favore, controlla la tua email per confermare l’iscrizione.

Abilita la tua posizione su Google

Oggi, le aziende con una sede fisica hanno bisogno di una strategia SEO locale in modo che i clienti possano trovarle. La SEO locale è così potente che l’uso di Google da parte dei consumatori per valutare le attività commerciali locali è balzato dal 63% nel 2020 all’81% nel 2021, secondo BrightLocal.

Saltando la SEO locale, perdi il canale principale con cui i consumatori scoprono le attività commerciali locali.

Sapevi che puoi visualizzare il tuo sito web nella mappa e nei risultati di ricerca al di sotto? Ciò significa che hai una doppia possibilità di ottenere click sul tuo sito web e acquisire clienti.

Puoi configurare la tua posizione nel tuo account Google My Business. Google dovrà verificare con te alcune informazioni come orari di apertura e chiusura, tipo di attività, prova dell’ubicazione e così via.

Il processo è relativamente semplice e vale la pena affrontarlo.

Aggiungi le recensioni alla tua posizione Google

I risultati di Google Maps sono migliori se accompagnati dalle recensioni dei clienti. Secondo Dimensional Research, ben il 90% dei potenziali clienti è influenzato dalle recensioni online quando considera un acquisto online. 

Detto questo, assicurati che le valutazioni a stelle siano visibili dalla prima pagina di ricerca.

Quindi, quando l’utente clicca sul tuo link, dovrebbe essere indirizzato alle recensioni.

Le tue recensioni possono dire molto ai potenziali clienti sui servizi o prodotti che offri, quante persone ti consigliano, i casi d’uso, etc.

Dovresti sempre includere recensioni sul tuo sito web, anche se hai un negozio online. Le persone sono costantemente alla ricerca di recensioni dei prodotti, quindi potresti anche avere la possibilità di ottenere traffico organico semplicemente dalle pagine di recensioni di prodotti.

Utilizza i backlink

Per portare in alto i tuoi contenuti, hai bisogno di backlink. I backlink da siti autorevoli segnalano ai motori di ricerca come Google che altri garantiscono i tuoi contenuti e che vale la pena emergere nelle classifiche. 

Alcuni dei modi più comuni per ottenere backlink includono:

  • Guest posting (pubblicazione di contenuti su blog o podcast affidabili)
  • Campagne PR (campagna SEO o di marketing)
  • SEO outreach (inviare email chiedendo backlink)
  • Link dai clienti (link dalle recensioni) 
  • Forum e commenti (Quora, pagine di recensioni prodotto, TripAdvisor)

Ricorda di cercare sempre blog affidabili, autorevoli, popolari e di qualità quando ricerchi backlink.

D’altra parte, evita di ottenere collegamenti da guest post di scarsa qualità, reti di blog privati, contenuti duplicati e siti web in lingua straniera, poiché Google potrebbe vederli come spam. Ancora peggio, le tue classifiche possono effettivamente risentirne.

Sapevi che anche i link che accetti sul tuo sito web differiscono nel valore e influenzano la SEO? Se stai effettuando una richiesta di link e non riesci a trovare un’email o il nome di una persona specifica nell’azienda, puoi utilizzare Hunter.io

È un ottimo strumento da includere nella tua strategia SEO per le piccole imprese.

Rich Results: risultati avanzati con dati strutturati

Nel 2009, Google ha introdotto Rich Results per creare una migliore esperienza utente e aiutare gli utenti a trovare più facilmente le loro query.

Alcuni tipi comuni di rich results includono:

Breadcrumbs

Le breadcrumb consentono a Google di indicare la posizione della tua pagina web all’interno della gerarchia del sito web.

Aiuta gli utenti a capire la relazione tra le pagine e a navigare più facilmente nel tuo sito.

Frequently Asked Questions 

Un altro rich result comune è la FAQ sui risultati di ricerca.

Questa sezione aiuta gli utenti a saperne di più sul tuo prodotto o servizio e può incoraggiare i click.

Valutazioni a stelle

Le valutazioni a stelle negli snippet rendono i risultati della ricerca più accattivanti.

Questo risultato dice anche agli utenti che altre persone hanno trovato questa ricetta degna di essere provata.

Il modo più pratico per abilitare i rich result consiste nell’aggiungere dati strutturati al codice del tuo sito web. Ad esempio, il titolo, l’autore del post, l’immagine in primo piano, l’ora e la data del post, etc. possono essere tutti formattati per aiutare a classificare la tua pagina web e aiutare i motori di ricerca a comprenderla.

Puoi utilizzare i tre formati (JSON-D, RDFa e Microdata) supportati da Google per strutturare i tuoi dati.

Puoi consultare i riferimenti ufficiali di Google o selezionare i codici da schema.org per trovare il codice di dati strutturati corretto. Molti sistemi di gestione dei contenuti forniscono anche plugin che consentono ai web builder di inserire diversi codici nelle loro pagine web.

È sempre importante testare i dati strutturati della tua pagina. Strumenti come lo strumento di test dei dati strutturati di Google o il rich result test di Google consentono di verificare facilmente se il codice delle tue pagine è corretto.

Scegli un hosting di valore

Ultimo fattore critico, ma non meno importante, la scelta di un hosting provider di qualità che ti dia un vantaggio competitivo nelle tue classifiche SEO.

Le cose più importanti da cercare quando si sceglie un hosting sono:

Caricamento veloce

Assicurati di avere un sito web rapido per aiutare gli utenti a eseguire tutte le azioni che desiderano, rendendo più facile per Google capire che gli utenti trovano utile il tuo sito web e dandogli maggiori possibilità di posizionamento.

Affidabilità del server e punteggi di uptime

Nel 2013, Amazon è andato giù per 30 minuti, costando loro $66.240 di entrate al minuto, secondo il Service Health Dashboard.

Detto questo, rimanere online è importante e avere un hosting affidabile è una parte fondamentale del processo.

Lo standard di settore odierno è un tempo di uptime del 99,95%. Qualsiasi provider di hosting con un tempo di uptime inferiore al 99% dovrebbe essere evitato. 

Plugin essenziali 

La scelta di un hosting con plugin estensivi aiuterà il tuo sito a mantenere una crescita sana e mantenersi alto nelle classifiche. Ad esempio, SiteGround Optimizer include controlli di caching, test di velocità, opzioni multisito, ottimizzazione dell’ambiente, del front-end e dei media.

Un plugin di sicurezza, ad esempio, è essenziale poiché le minacce alla sicurezza informatica sono più alte che mai. In qualità di proprietario di un sito web, cerca plugin come SiteGround Security per proteggere il tuo sito WordPress da minacce come attacchi brute-force, fughe di dati, accessi compromessi e altro ancora.

Sebbene sia possibile scaricare i plugin SiteGround senza avere anche l’hosting, è utile avere hosting e plugin funzionali in un unico posto per un processo semplificato.

In poche parole, la scelta di un hosting come SiteGround, che offre prestazioni elevate e include funzionalità e plugin per aiutare il posizionamento del tuo sito, gioca un ruolo enorme nell’aiutare il tuo sito web. Naturalmente, devi fare affidamento sulla ricerca di parole chiave e su altre importanti pratiche SEO, ma il tuo hosting lavorerà in background per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi SEO.

Conclusioni

La SEO per le piccole imprese è un lungo viaggio ed è la chiave per ricevere traffico organico e creare contatti sostenibili. Sebbene le informazioni contenute in questo articolo possano sembrare complicate, puoi lavorare allo sviluppo e all’esecuzione della tua strategia SEO passo dopo passo.

Ricorda di essere paziente e persistente quando lavori sulla SEO, poiché essa richiede sempre tempo, ma ti permetterà di avere un grande vantaggio competitivo.

avatar autore
Dilyana Kodjamanova

Digital Marketing Specialist

Desiderosa di immergersi nella lettura e nella scrittura di contenuti tecnici e non.

Inizia la discussione

Post correlati

Sei pronto a iniziare?

Sei pronto a iniziare?

Scegli un hosting che ti aiuti a lanciare e a far crescere il tuo progetto. Nessun rischio con la nostra garanzia di 30 giorni soddisfatti o rimborsati!