un esempio di email di marketing

Guida di Email Marketing per gli eCommerce

Indice

L’email marketing per eCommerce è uno dei canali di marketing più efficaci che permette ai negozi online di rimanere in contatto con acquirenti potenziali ed esistenti e aumentare le proprie entrate, migliorare la fidelizzazione e creare un forte coinvolgimento. Se hai appena iniziato a vendere online, o se vuoi migliorare la tua strategia e sfruttare al meglio l’email marketing per il tuo eCommerce, abbiamo preparato una breve ma utile guida per iniziare e mostrarti come creare una strategia di email marketing per eCommerce che aiuterà la tua attività e le tue vendite a crescere.

Che cos’è l’Email Marketing per eCommerce?

L’email marketing per eCommerce consente di promuovere i tuoi prodotti e/o servizi direttamente ai tuoi clienti via email. È un modo efficace per mantenerli fedeli, informati e coinvolti con il tuo brand.

Le aziende di eCommerce utilizzano questo tipo di email per inviare promozioni, offerte speciali e sconti sui prodotti, email transazionali, come aggiornamenti sullo stato dell’ordine e dettagli sul carrello abbandonato, e newsletter informative.

Nell’email marketing per eCommerce la segmentazione dei clienti, in base ai loro interessi, e la personalizzazione dei contenuti, sono fattori chiave per ottenere tassi di coinvolgimento, risposta e conversione migliori rispetto ad altre forme di comunicazione.

Quali sono i vantaggi dell’Email Marketing nell’eCommerce?

L’email marketing per eCommerce è efficace ed efficiente perché è ben mirato, raggiunge direttamente l’utente e ha un elevato ritorno sull’investimento. Ecco alcuni dei suoi principali vantaggi:

Permette di controllare il proprio pubblico

Le email sono un canale di marketing di cui hai il pieno controllo. Sei proprietario della tua mailing list e decidi il contenuto da condividere. A differenza delle piattaforme di social media e degli annunci display, dove ci si affida ad algoritmi di terze parti che influenzano la visibilità del messaggio.

Uno dei principali vantaggi dell’email marketing per eCommerce è la creazione di uno spazio per i clienti potenziali ed esistenti su cui hai il controllo. Avere tale controllo del pubblico significa anche controllare quando e come comunicare con loro. Anche se nessuno può garantire che tutti i contatti aprano le tue email, puoi essere certo che arrivino nelle loro caselle di posta.

Ha un ROI maggiore

In generale, l’email marketing è più efficace di altri canali di marketing, con un maggiore ritorno sull’investimento. E’ in grado di trasformare ogni euro speso in €36-45. Al contrario, gli annunci Google generano 2 per ogni euro speso.

Nell’eCommerce in particolare, l’email marketing tende a centrare l’obiettivo grazie alle informazioni aggiuntive che i negozi raccolgono sui clienti potenziali ed esistenti, che permettono di essere più specifici e di personalizzare meglio i messaggi in base agli interessi dell’utente, ottenendo così risultati ancora migliori.

Offre una comunicazione mirata e personalizzata 

Le aziende di eCommerce raccolgono indirizzi email attraverso vari metodi: dalle campagne a pagamento alle iscrizioni alle newsletter, dai processi di checkout ai referral. Il vantaggio è la possibilità di organizzare i clienti iscritti in segmenti ben definiti in base a dove e quando si sono iscritti, ai loro interessi e obiettivi, e ai tipi di messaggi che preferiscono ricevere. Gli utenti hanno maggiori probabilità di interagire con le tue email (aprire, cliccare, acquistare) se i contenuti corrispondono ai loro interessi. Questa natura mirata e personalizzata dell’email marketing ti aiuta a soddisfare le esigenze specifiche del destinatario nel momento giusto del suo percorso d’acquisto, portando a conversioni ed engagement migliori.

Migliora la fidelizzazione dei clienti

Nell’eCommerce, l’uso delle email di marketing gioca un ruolo cruciale nell’aumentare il coinvolgimento dei clienti e la loro fedeltà. Una comunicazione regolare attraverso le email mantiene il tuo marchio in primo piano nella mente dei tuoi clienti, incoraggiandoli a ripetere gli acquisti nel tuo negozio di eCommerce. Inoltre, queste interazioni aiutano a costruire un legame più profondo e significativo con i clienti, trasformando il rapporto da meramente transazionale a genuinamente a lungo termine. 

Aumenta gli acquisti ripetuti e le vendite win-back

Ci sono tre modi fondamentali per far crescere la tua attività di eCommerce: aumentare il numero totale di clienti, incrementare il numero di acquisti effettuati da ciascun cliente (acquisti ripetuti) o aumentare il valore medio degli ordini.

L’email marketing per eCommerce è uno strumento potente che influisce in contemporanea su queste tre strategie di crescita. Una semplice email può riconquistare gli iscritti inattivi, promuovere gli acquisti ripetuti, stimolare gli upsell o recuperare gli ordini abbandonati e le vendite respinte. Il ritorno dei clienti è importante per la tua attività perché mantiene basso il costo medio di acquisizione di un cliente.

Fornisce approfondimenti unici

Infine, le email di marketing per eCommerce sono un prezioso strumento di apprendimento per le aziende. Analizzando il modo in cui i clienti interagiscono con le tue email, puoi ottenere una profonda conoscenza dei loro interessi e comportamenti. Questa conoscenza elimina le congetture e consente una segmentazione e un targeting più efficaci nelle campagne future.

Come creare una strategia di email marketing per eCommerce?

Se desideri sviluppare una strategia di email marketing di successo che raggiunga i tuoi potenziali clienti, nutra i lead e i clienti esistenti e aumenti l’acquisizione di nuovi clienti, abbiamo pensato a te. L’elaborazione di una strategia è un processo continuo e in questa guida ne illustriamo le fasi principali.

1. Crea (e fai crescere) la tua mailing list

Il primo passo è quello di identificare il tuo pubblico di riferimento. Chi sono i clienti o i potenziali clienti che vuoi raggiungere con le tue email di marketing? Un buon punto di partenza è la tua base di clienti esistenti. Inoltre, prendi in considerazione la possibilità di contattare altre persone che hanno interagito in qualche modo con la tua azienda. Ecco come.

a. Raccogli le email dei nuovi clienti

Sia che tu venda prodotti sul tuo sito web o in un negozio fisico, è una buona idea iniziare a raccogliere gli indirizzi email dei tuoi acquirenti. Sono già impegnati con il tuo brand e interessati ai tuoi prodotti, il che li rende molto propensi a essere di nuovo coinvolti, soprattutto se hanno apprezzato ciò che hanno acquistato.

Per le vendite online, probabilmente raccogli già le email nella fase di checkout. Assicurati però non solo di registrare queste email, ma anche di chiedere il consenso per rimanere in contatto. Puoi chiedere facilmente il loro consenso inserendo una casella di controllo vicino al pulsante di invio dell’ordine, indicando chiaramente che accettandola potranno ricevere future comunicazioni di marketing da parte tua. Questo passo aiuta a definire le aspettative e a mantenere la trasparenza delle tue comunicazioni.

b. Raccogli le email dei visitatori con moduli di conferma e/o di persona

Ora che hai iniziato a raccogliere email dai tuoi acquirenti, perché non raggiungere altre persone che visitano il tuo sito web o negozio? Il loro interesse per i tuoi prodotti o servizi suggerisce che sono candidati adatti per le email di marketing.

Per raccogliere email dai visitatori del sito, dovresti aggiungere dei moduli di iscrizione sul sito web. Le posizioni ideali sono le pagine di vendita, la barra di navigazione o il footer, luoghi in cui i visitatori di solito cercano maggiori informazioni. 

Il successo di questi moduli di iscrizione, essenziali per l’email marketing e la creazione di liste, dipende da quanto riuscirai ad attirare l’attenzione del visitatore. Assicurati quindi che l’iscrizione offra al visitatore un motivo convincente per lasciare la propria email, come sconti esclusivi, accesso anticipato a nuovi prodotti o contenuti di valore, e un forte invito all’azione (CTA). Per consigli più dettagliati su come impostare i moduli e far crescere i tuoi iscritti, consulta la nostra guida approfondita “Come creare una mailing list?“.

In ogni caso, avrai bisogno di uno strumento come l’Email Marketing di SiteGround e del nostro plugin gratuito di Lead Generation per WordPress per impostare facilmente i moduli sul tuo sito web e iniziare a far crescere la tua lista di potenziali clienti.

c. Ottieni il consenso esplicito e utilizza moduli a doppia conferma

Ovviamente, il tuo obiettivo è quello di avere il maggior numero possibile di iscritti a cui rivolgerti. Tuttavia, devi assicurarti che siano coinvolti e interessati alle tue email di eCommerce marketing, il che ci porta alla questione del consenso! È importante fare in modo che gli utenti si iscrivano volentieri alla tua mailing list perché:

  1. una volta che hanno espresso il loro interesse per il tuo brand, sono più propensi a impegnarsi con le tue email di content marketing e
  2. sarai conforme al GDPR e alle altre leggi che regolano l’uso delle email e di altre informazioni personali.

Proprio perché altrimenti non è possibile ottenere il consenso esplicito degli iscritti, non si dovrebbero acquistare liste. Se acquisti una lista di email, potresti violare le norme sul consenso del GDPR ed essere penalizzato: queste persone non conoscono te o il tuo brand ed è più probabile che ti segnalino come spam, danneggiando il tuo tasso di consegna email e la reputazione del tuo IP, oltre a molti altri svantaggi.

Per assicurarti che i tuoi iscritti vogliano davvero ricevere le tue email, implementa una doppia conferma sul tuo sito web. La doppia conferma si riferisce all’invio di un’email di conferma all’iscritto dopo aver lasciato la sua email. Avere tali iscritti ti aiuterà a mantenere la tua mailing list di alta qualità e a ridurre i tassi di rimbalzo delle email e prevenire che le tue email finiscano nello spam.

2. Segmenta il pubblico 

Un altro aspetto importante dei tuoi sforzi di email marketing per eCommerce è l’invio del messaggio giusto alle persone giuste.

Per raggiungere questo obiettivo, dovrai prima segmentare il tuo pubblico e poi adattare il messaggio alle sue esigenze e preferenze. Con la segmentazione delle liste, è possibile raggruppare gli iscritti in categorie, in base a caratteristiche comuni, e quindi creare contenuti personalizzati per loro.

Puoi segmentare il tuo pubblico in base a fattori geografici (posizione), tratti demografici (età, sesso, etc.), caratteristiche della personalità (interessi, opinioni, stile di vita, etc.), modelli comportamentali (fase del percorso di acquisto, fedeltà al brand, etc.) e altri fattori.

Vediamo alcuni dei criteri di segmentazione più interessanti e popolari.

  • Interessi

Quali prodotti hanno visualizzato o aggiunto al carrello i tuoi visitatori? Nell’eCommerce, tenere traccia dei prodotti che i visitatori hanno aggiunto al carrello, che sono piaciuti o sono stati aggiunti alla lista dei desideri, che sono stati visti o su cui hanno fatto click è fondamentale per convertire con successo un visitatore in un acquirente. Sapere cosa ha attirato il visitatore ti permette di inviargli messaggi di follow-up ben mirati e alla fine di convincerlo a tornare e acquistare l’articolo.

Pensa in generale agli “interessi”. Se vendi attrezzature sportive, ad esempio, è utile sapere a quali sport sono interessati i visitatori. Potresti aggiungere al modulo di iscrizione una domanda sullo sport preferito. In questo modo, potrai personalizzare i tuoi follow-up, inviando per esempio  proposte di prodotti legati al calcio agli appassionati di calcio e offerte di attrezzature da golf a chi è interessato al golf. Questa strategia mirata aumenta le possibilità di convertire i navigatori in acquirenti.

  • Comportamento

La segmentazione consiste nel raggruppare il pubblico in base ai suoi comportamenti, come la cronologia degli acquisti, le interazioni con le campagne email e i modelli di click sulle chiamate all’azione (CTA). Tracciando le pagine che visitano, i prodotti che acquistano e le email che aprono, è possibile personalizzare i percorsi dei clienti che convertono l’interesse generale in acquisti ripetuti.

Ad esempio, traccia il modo in cui gli iscritti hanno reagito all’ultima email e adatta i follow-up di conseguenza. Se un iscritto non ha aperto un’email, inviagli nuovamente l’offerta con un nuovo oggetto: forse l’originale non ha catturato la sua attenzione, oppure l’ha persa tra le altre email. Se l’utente ha aperto ma non ha acquistato, prova a inviare uno sconto maggiore o un’offerta diversa. In questo modo si potrebbe ovviare alla mancanza di interesse per l’offerta iniziale o rendere l’acquisto più interessante.

  • Posizione nel funnel di vendita

Consigliamo vivamente di segmentare il pubblico in base alla sua posizione nel funnel di vendita, come consapevolezza, considerazione, conversione, fedeltà. Si tratta di utenti che visitano il sito per la prima volta, o di visitatori abituali, o ancora di clienti passati? In base a queste informazioni, è possibile creare diversi percorsi di posta elettronica e includere informazioni rilevanti per la specifica esperienza che hanno avuto con la tua azienda.

Ad esempio, nella fase di “considerazione”, un acquirente (che visita per la prima volta il tuo negozio) potrebbe voler conoscere maggiori dettagli sui prodotti specifici che offri, mentre nella fase di “conversione” (un visitatore che ritorna), è probabile che cerchi sconti e coupon per concludere la vendita.

  • Fattori geografici (paese, stato, città, etc.)

La segmentazione geografica ti permette di mantenere la comunicazione pertinente alla regione specifica, in caso di variazioni locali.

Ad esempio, potresti inviare email di marketing con un’offerta di spedizione gratuita solo ai clienti di una zona specifica, perché sei riuscito a negoziare un accordo con il corriere locale, che non puoi replicare in altre zone.

Ecco un altro esempio: se alcuni dei tuoi abbonati si trovano in Australia, evita di inviare loro email di saldi estivi a giugno, perché lì è quasi inverno. Invece, rivolgiti ai clienti dell’emisfero settentrionale con le promozioni estive.

  • Fattori demografici (sesso, età, etc.) 

Quando si segmenta il pubblico in base a demografiche come il sesso, l’età e altri fattori, è fondamentale adottare un approccio delicato per evitare di offendere qualcuno. Tuttavia, questo tipo di segmentazione può essere molto efficace. Per esempio, capire se i membri del tuo pubblico appartengono alla Generazione Y, Z o Alpha può aiutare a personalizzare i contenuti in base alle loro specifiche preferenze e fasi della vita.

Questi dati forniscono indicazioni su quali prodotti potrebbero essere più interessanti, se è più probabile che attraggano consumatori più giovani o più anziani, o se si rivolgano a generi specifici. In questo modo è possibile personalizzare le campagne in base a questi dati demografici, assicurando che i messaggi siano pertinenti e coinvolgenti per ogni segmento del pubblico. Utilizzando questi dati in modo ponderato, potrai migliorare l’efficacia del tuo marketing rispettando le diverse caratteristiche dei tuoi clienti.

3. Imposta diversi tipi di campagne di email marketing

Dopo aver iniziato a costruire la tua mailing list e a segmentare il tuo pubblico, è fondamentale considerare e preparare i vari tipi di email che le aziende di eCommerce possono inviare, ognuno dei quali ha uno scopo distinto. Queste email consentono di coprire l’intero percorso del cliente, fornendo interazioni mirate che soddisfano le esigenze di diversi segmenti di clienti.

Nella prossima sezione esploreremo i tipi specifici di email che la tua azienda di eCommerce dovrebbe inviare. Ma prima, delineiamo le tre categorie principali in cui solitamente rientrano le campagne di email marketing per eCommerce:

a. Email transazionali

Si tratta di messaggi automatizzati attivati da azioni del cliente, come l’acquisto. Tra gli esempi vi sono le conferme d’ordine, le ricevute d’acquisto e gli aggiornamenti sulla spedizione. Queste email sono altamente personalizzate e forniscono ai singoli clienti i dettagli essenziali relativi alla transazione. Svolgono un ruolo cruciale nel costruire fiducia e trasparenza tra la tua azienda e i clienti.

b. Email promozionali

Queste email mirano ad aumentare la visibilità dei prodotti e le vendite attraverso annunci di sconti, offerte speciali o lanci di prodotti. Ad esempio, promuovendo una nuova collezione o una vendita del Black Friday-Cyber Monday (BFCM). Sono studiate per attrarre e coinvolgere i clienti, spingendoli sia ad acquisti immediati sia alla fidelizzazione con il brand a lungo termine.

c. Email cicliche

Spesso chiamate “trigger”, queste email vengono inviate in risposta a specifiche interazioni dei clienti con il tuo sito. Ad esempio, un’email di benvenuto al momento dell’iscrizione o un’email di recupero del carrello per risolvere il problema dell’abbandono. Le email cicliche sono efficaci per intrattenere le relazioni con i clienti e guidare i potenziali acquirenti lungo il funnel di vendita, dall’interesse iniziale all’acquisto finale.

4. Personalizza i tipi di email e i contenuti per ogni segmento

Dopo aver classificato il tuo pubblico in segmenti specifici e aver deciso i tipi di campagne di email marketing, dovrai personalizzare le tue email per rispondere agli interessi e alle esigenze uniche di ciascun gruppo. Pensa al percorso dell’acquirente per ogni segmento e progetta una serie di email che risuoni con le loro preferenze specifiche.

a. Visitatori del sito che si sono iscritti ma non hanno acquistato:

Le informazioni raccolte da questo segmento provengono da un semplice modulo di iscrizione, in genere solo nome ed email. Sebbene questo approccio semplificato sia generalmente consigliato, limita la possibilità di segmentare ulteriormente il pubblico. Tuttavia,  includendo una domanda come “A quali sport sei interessato?”. – supponendo che la tua azienda venda attrezzature sportive, potrai categorizzare meglio questo gruppo in base alle sue preferenze sportive e personalizzare i contenuti in modo più efficace.

La tua strategia di email marketing per questo gruppo includerà:

  • Newsletter regolari per mantenere il tuo brand in primo piano e informarli sui nuovi prodotti.
  • Email promozionali che offrono sconti speciali per incoraggiare gli acquisti.
  • Email di win-back per coinvolgere nuovamente chi non ha interagito con le tue email di recente.

In tutte queste email, è possibile adattare i contenuti e le offerte speciali agli interessi specifici di ciascun segmento. Ad esempio, se il tuo negozio offre uno sconto del 10% per il Black Friday, metti in evidenza gli articoli da calcio come palloni e scarpe da ginnastica per gli appassionati di calcio, informandoli che possono ottenere questi articoli con uno sconto del 10% insieme a tutto il resto. Per la stessa occasione, potresti inviare ai tuoi clienti amanti del golf un’email simile, in cui promuovi invece l’attrezzatura per il golf scontata.

b. Clienti che hanno iniziato un ordine ma non lo hanno completato

Questi clienti dovrebbero ricevere un’email sul cartello abbandonatoun promemoria per completare l’ordine che hanno iniziato ma che non hanno portato a termine. Tieni conto della loro privacy, perché potrebbero non aver acconsentito esplicitamente a ricevere email di marketing, limitati quindi a inviare solo uno o due promemoria sugli articoli abbandonati.

c. Clienti che hanno effettuato un acquisto

I clienti che hanno acquistato una volta dal tuo negozio e hanno accettato di ricevere email di marketing, possono trarre beneficio da quasi tutto il pacchetto:

  • Email transazionali per la conferma dell’ordine e gli aggiornamenti sulla spedizione.
  • Email relazionali per favorire il legame con il tuo brand.
  • Raccomandazioni personalizzate sui prodotti in base agli acquisti passati.
  • Email promozionali per le vendite imminenti.
  • Email di win-back se il coinvolgimento cala.

Il tuo obiettivo è quello di inviare loro email che corrispondano alle loro scelte passate, riflettendo il loro storico degli acquisti, incoraggiandoli ad acquistare ancora dal tuo negozio.

Ad esempio, se i clienti hanno acquistato una certa marca di rossetti nel tuo negozio, puoi incoraggiare gli acquisti ripetuti con offerte su rossetti simili o altri prodotti dello stesso brand. Puoi anche inviare email piene di consigli e contenuti legati al loro acquisto, come ad esempio come abbinare il rossetto a fard e ombretti o come applicare e abbinare la matita labbra al rossetto. Questo approccio mirato aiuta a mantenerli coinvolti e interessati ad acquistare di più.

d. Clienti abituali

I clienti abituali sono i migliori e vanno coinvolti non solo con tutte le email di eCommerce di cui abbiamo parlato sopra, ma anche considerando programmi di fidelizzazione ed email che li incoraggino a spendere di più sul tuo sito ottenendo più crediti e sconti.

Allineando i contenuti delle tue email alle esigenze e agli interessi di ciascun segmento di clienti, potrai aumentare il coinvolgimento e incrementare le vendite attraverso una strategia di email mirata e ponderata.

5. Organizza le tue email in un calendario

Per raggiungere efficacemente diversi gruppi di clienti con esigenze diverse, pianifica le tue campagne email utilizzando un calendario di email marketing. Questo strumento ti aiuta a programmare le email e i follow-up, assicurandoti di avere tutto ben organizzato e in linea con le tue campagne.

Puoi creare il tuo calendario email utilizzando strumenti come Google Sheets o Microsoft Excel. Quando imposti il tuo calendario, includi voci come:

  • Nome della campagna
  • Tipo di email (ad esempio, newsletter, win-back, email di benvenuto)
  • Oggetto
  • Caratteristiche del prodotto o servizio/offerta
  • Pubblico di riferimento
  • Inviti all’azione (CTA)
  • Data e ora di invio
  • Stato (ad esempio, inviato, in corso, programmato)
  • Proprietario (la persona responsabile dell’email)
  • Obiettivi (ad esempio, generare lead, dare il benvenuto ai nuovi iscritti, riattivare i clienti inattivi)

Questo approccio strutturato ti aiuta a fornire contenuti mirati al pubblico giusto al momento giusto.

6. Automatizza il più possibile

A seconda del software per il carrello e dello strumento di email marketing utilizzato, è possibile automatizzare l’invio di alcune email. In questo modo potrai risparmiare tempo e lavoro quando arriva un nuovo cliente o quando il servizio di quel cliente sta per scadere e ha bisogno di un promemoria.

Quasi tutti i carrelli supportano le email di benvenuto, le conferme d’ordine e di spedizione e la reimpostazione delle password se è presente la funzionalità dell’area cliente. Per tutto il resto, la creazione di percorsi personalizzati richiede comandi di tipo “if/then”, che sono legati alla piattaforma di marketing.

Grazie a tali condizioni, è possibile inviare email che seguono specifici trigger di azione: inviare articoli consigliati che si abbinano a un acquisto passato (se il cliente acquista occhiali da sole, invia un’email per offrire cappelli estivi), ricordare gli articoli abbandonati del carrello, inviare un’email di win-back dopo 60 giorni di mancato acquisto e altro ancora.

Email di marketing per eCommerce da inviare assolutamente (con alcuni esempi)

1. Email di vendita e promozionali

Queste email hanno lo scopo di spingere le vendite e di solito comunicano sconti e offerte speciali. Devono essere dirette al punto: qual è il valore del prodotto o del servizio che offri e includere una forte CTA. Questi messaggi devono essere progettati per portare traffico immediato al tuo sito web e aumentare le tue vendite.

Ecco alcuni sottotipi da considerare:

  • Lancio di un nuovo prodotto o servizio

Ogni volta che lanci un nuovo prodotto o servizio, assicurati che i tuoi clienti e iscritti siano i primi a saperlo. Questo mantiene il pubblico coinvolto ed entusiasta per gli sviluppi del tuo brand.

  • Sconti speciali o stagionali

Sfrutta al meglio gli sconti speciali o stagionali per generare urgenza. Si tratta di offerte limitate nel tempo tempo e allineate a eventi o festività significative, come Natale, San Valentino, i saldi della stagione estiva, il Black Friday e il Cyber Monday. Queste promozioni incoraggiano un rapido processo decisionale e incrementano le vendite durante i periodi di punta dello shopping.

  • Email di cross-sell

Invia email che suggeriscono articoli complementari in base a ciò che un cliente ha già acquistato. I suggerimenti devono basarsi sui dati del profilo, sulla cronologia di navigazione e soprattutto sugli acquisti precedenti. Se hanno ordinato un libro di una collezione, informali che ci sono altri libri di questa serie, per accendere il loro interesse e stimolare le vendite.

  • Email di upsell

Le email di upsell sono un’occasione per aumentare i guadagni per cliente promuovendo versioni premium dei prodotti o servizi che già utilizzano, o offrendo prodotti correlati. Incoraggia i tuoi clienti a pagare un extra per avere più funzioni e convincili che ne hanno bisogno. Fai capire loro che questo migliorerà ulteriormente la loro esperienza.

Consigli utili per la creazione di email promozionali

Invia follow-up
Non tutti i destinatari acquisteranno dopo la prima email promozionale. È una buona strategia inviare un’email di follow-up sulla promozione a quegli iscritti che non hanno effettuato un ordine dopo il primo messaggio.

Crea un senso di urgenza
Quando scrivi il testo della tua email promozionale puoi considerare di annunciare la data di scadenza della promozione. In questo modo si crea un senso di urgenza e i destinatari delle email sono più propensi ad agire prima per non perdere l’offerta.

Segmenta la tua lista e allinea l’offerta
Sebbene sia possibile inviare la stessa offerta a tutti, non è sempre l’approccio migliore. Ad esempio, per convertire un nuovo cliente potrebbe essere necessario uno sconto maggiore, mentre uno sconto minore potrebbe essere sufficiente per incoraggiare un acquisto ripetuto da parte di un cliente esistente. Gli acquirenti frequenti potrebbero avere bisogno di un incentivo ancora minore. È importante provare diverse strategie e utilizzare queste informazioni per ottimizzare efficacemente le promozioni.

2. Email di carrello abbandonato

Anche con i migliori sforzi per portare traffico al tuo negozio di eCommerce, i potenziali clienti potrebbero esitare all’ultimo momento. Non è raro che gli acquirenti aggiungano articoli al carrello per poi abbandonarlo.

Le email sui carrelli abbandonati sono la tua opportunità di coinvolgere nuovamente questi clienti quasi convertiti. Queste email devono essere concise e puntuali, per ricordare direttamente ai clienti ciò che hanno lasciato.

Per rendere queste email efficaci, includi questi tre elementi chiave:

  • Personalizzazione: Rivolgiti al cliente per nome, per creare un legame personale.
  • Promemoria visivo: Includi immagini degli articoli lasciati nel carrello per suggerire visivamente al cliente cosa si sta perdendo.
  • Chiamata all’azione (CTA): È necessario includere una CTA chiara ed evidente, come “Acquista ora”, per guidare il cliente verso il carrello e completare l’acquisto.

Mantieni l’attenzione sulla mail senza distrazioni inutili. L’obiettivo è quello di incoraggiare i clienti a completare l’acquisto, facendo leva sul legame che hanno già con l’articolo.

3. Email di marketing relazionale

Queste email ti permettono di costruire e mantenere un rapporto a lungo termine con i tuoi clienti. Personalizzale il più possibile per rafforzare il tuo legame con gli iscritti.

Esploriamo alcuni sottotipi:

  • Newsletter

L’invio regolare di newsletter aiuta a mantenere i tuoi abbonati informati e coinvolti con il tuo brand. Cerca di mantenere un equilibrio: gli aggiornamenti regolari sono positivi, ma troppi possono sovraccaricare le loro caselle di posta. Privilegia sempre i contenuti di qualità che aggiungono valore.

  • Email di compleanno

L’invio di email di compleanno non solo fa sentire i tuoi clienti speciali e apprezzati, ma fornisce anche l’opportunità di offrire loro uno sconto o una promozione limitata nel tempo. Questo gesto celebra il loro giorno speciale e contemporaneamente aumenta le tue vendite.

  • Email di referral

Le email di referral consentono ai clienti di raccomandare i tuoi prodotti o servizi in cambio di uno sconto, della spedizione gratuita o di un altro vantaggio. Queste email li fanno anche sentire speciali, perché la loro fedeltà al brand porta loro dei vantaggi.

  • Email di feedback

Una volta che un cliente ha effettuato un acquisto, puoi inviargli un modulo di feedback per consentirgli di valutare il tuo prodotto o servizio. Questo approccio dimostra ai tuoi clienti che apprezzi le loro opinioni e che userai il loro feedback per migliorare i tuoi servizi in futuro. È un altro modo efficace per creare un legame e far sentire i clienti rispettati e coinvolti.

4. Raccomandazioni personalizzate sui prodotti

La tua arma segreta nell’email marketing per eCommerce sono le email di raccomandazione. In queste email, puoi includere suggerimenti di prodotti che corrispondono allo storico degli acquisti dei tuoi clienti, migliorando la loro esperienza di acquisto. Ad esempio, se il cliente ha acquistato una cravatta da uomo, puoi consigliargli una camicia abbinata o viceversa.

Sfrutta gli algoritmi automatizzati del tuo carrello per analizzare la cronologia degli acquisti e adattare i suggerimenti alle preferenze dei singoli clienti. Questa è la tua occasione per trasformare i clienti in acquirenti abituali. Queste potrebbero essere alcune delle campagne email di maggior successo, in quanto hanno il potere non solo di aumentare le vendite, ma anche di migliorare l’esperienza dei clienti.

5. Campagne win-back per riattivare gli iscritti

Se una parte dei tuoi iscritti è diventata inattiva, è cruciale coinvolgerla di nuovo. Crea una serie di email di win-back per dare a questi utenti inattivi un motivo per riconnettersi con il tuo brand.

Indirizza queste email ai clienti che hanno effettuato acquisti in precedenza presso il tuo negozio online o agli iscritti che sono stati coinvolti in passato con i tuoi contenuti, ma che da allora non si sono più fatti sentire. Le campagne automatiche di win-back sono altamente efficaci per riaccendere l’interesse. Programma l’invio di queste email dopo uno specifico periodo di inattività, ad esempio 30 giorni dopo l’ultimo acquisto o l’ultima email aperta. Questo tempismo strategico può riaccendere efficacemente il loro interesse.

6. Email transazionali

Le email transazionali sono fondamentali nell’eCommerce perché confermano le azioni dell’utente sul tuo sito web. Ad esempio, si inviano email di conferma quando i clienti effettuano un acquisto, fornendo loro la ricevuta dell’ordine e rassicurandoli sull’imminente consegna del prodotto.

Poiché queste email sono attese dai tuoi clienti, hanno uno dei tassi di apertura più alti tra tutti i tipi di email di marketing. Il loro obiettivo principale è quello di integrare il processo di eCommerce, non di vendere o invitare a un’azione specifica, ma è una buona idea considerare l’inserimento di offerte e suggerimenti di prodotti correlati che gli acquirenti potrebbero trovare utili come passo successivo del loro percorso.

Alcuni tipi di email transazionali che dovresti prendere in considerazione per il tuo eCommerce:

  • Email di ringraziamento

Invia una semplice email di ringraziamento per mostrare apprezzamento per le azioni intraprese dai tuoi clienti. Se hanno inviato un ordine, fornito un feedback o si sono confrontati con il tuo brand in altri modi, queste email mantengono il brand in primo piano e favoriscono la fidelizzazione dei clienti.

  • Email di benvenuto

Un’email di benvenuto accoglie i nuovi iscritti o chi acquista per la prima volta. Di solito, le email di benvenuto includono una breve introduzione del tuo brand (prodotti o servizi) e un’anticipazione di ciò che i clienti possono aspettarsi da te nelle email future. Le email di benvenuto sono in genere attivate automaticamente quando un utente si iscrive alla tua mailing list.

  • Conferma dell’ordine (e del rinnovo dell’iscrizione)

Un’email di conferma dell’ordine viene inviata automaticamente dopo che il cliente ha effettuato un acquisto. Queste email di solito includono una ricevuta digitale, il riepilogo dell’ordine, la fattura e altri dettagli importanti relativi all’ordine del cliente. Non è necessario che siano creative, ma piuttosto informative. Questo è un altro modo per assicurare ai clienti che la tua azienda è affidabile e professionale.

  • Conferma della spedizione

Una volta inviata l’email di conferma dell’ordine e spedito il prodotto al cliente, il passo successivo è quello di informarlo che il suo ordine è in arrivo. In questa email dovrai comunicare al cliente la data di consegna prevista e includere eventuali link di tracciamento, se disponibili, per la sua comodità.

  • Ripristino della password

Se c’è un’area cliente protetta da login, è bene impostare un flusso di registrazione e login adeguato, che finisca con l’opzione di modifica/ripristino delle password dimenticate. La reimpostazione della password e la conferma della modifica avvengono solitamente tramite email. La maggior parte dei software di checkout ha questa funzionalità incorporata.

  • Richiesta di feedback

Incoraggia i clienti a fornire un feedback chiedendo loro se apprezzano il prodotto o il servizio. Invitali a lasciare recensioni sul tuo sito web o sui social media. È un tocco personale che dimostra che apprezzi le loro opinioni e migliora il coinvolgimento della comunità.

  • Promemoria per il rinnovo dell’iscrizione

Per i servizi e le iscrizioni o abbonamenti ricorrenti, è fondamentale includere i promemoria di rinnovo nella tua strategia di email marketing per eCommerce. È dimostrato che i promemoria di rinnovo possono prevenire le interruzioni del servizio e mantenere i clienti soddisfatti, assicurando che siano consapevoli delle scadenze e dei rinnovi imminenti.

  • Conferma di cancellazione e rimborso

Analogamente alle email di conferma dell’ordine e della spedizione, le email di cancellazione e di elaborazione dei rimborsi sono piuttosto importanti perché il cliente percepisca il brand come un fornitore serio e affidabile. Se non riesci a garantire un processo di cancellazione e rimborso snello, potresti vedere un aumento dei feedback negativi sui social media e sui siti di recensioni, oltre a un incremento dei chargeback. Questo può danneggiare la reputazione della tua azienda e scoraggiare i nuovi clienti.

Le migliori pratiche di email marketing per eCommerce

Ci sono molti tipi di email da inviare per l’eCommerce, molti modi per segmentare il pubblico e varie strategie da testare. Ciò che funziona per un negozio potrebbe non funzionare necessariamente per te. Ecco perché ti consigliamo di considerare alcune delle migliori pratiche di email marketing per eCommerce che ti aiuteranno a capire cosa funziona meglio per te.

1. A/B test delle email

Per migliorare le tue campagne di email marketing per eCommerce è necessario effettuare regolarmente degli A/B test. L’A/B testing è la pratica di inviare diverse versioni di un’email a sottoinsiemi di iscritti per scoprire quale funziona meglio per il tuo pubblico o per un segmento di esso. Ad esempio, potresti inviare la versione A dell’email al 25% dei tuoi iscritti e la versione B a un altro 25%. La versione più performante potrebbe essere inviata al restante 50% della tua lista per ottimizzare i risultati.

Si possono fare molti test. Ad esempio, si possono provare due diverse righe di oggetto per vedere quale fa aprire l’email a più persone. Si possono anche testare due versioni del contenuto dell’email per scoprire quale ottiene un maggiore coinvolgimento. Un altro test potrebbe consistere nello spostare il pulsante di invito all’azione (CTA) in punti diversi dell’email per vedere quale posizione ottiene più click.

È bene anche testare diversi tipi di email per capire cosa è davvero necessario. Ad esempio, decidi se hai bisogno di un’email di benvenuto e di un’email di ringraziamento dopo un acquisto, o se ne basta una sola. Questo ti aiuta a mantenere la tua strategia email semplice ed efficace, eliminando i messaggi non necessari.

2. Programma le email in modo efficace

La tempistica delle tue email, siano esse promozionali o di altro tipo, è fondamentale per migliorare i tassi di apertura e il coinvolgimento generale. Per determinare la tempistica migliore, puoi partire dal buon senso e considerare la routine quotidiana e il contesto culturale dei tuoi acquirenti. Pensa se i tuoi clienti lavorano tipicamente in ufficio, quali festività osservano in base ai loro Paesi e alle loro religioni e come questi fattori si allineano con i momenti in cui il traffico del tuo sito web raggiunge il massimo. In sostanza, stai cercando di capire quando è più probabile che i tuoi clienti siano online e in vena di acquisti. Ecco alcuni consigli basati sull’esperienza:

  • Evita di inviare email promozionali durante la notte – Entreranno nella casella di posta dei destinatari e verranno sommerse da email di lavoro al mattino, riducendo così le possibilità dei tuoi iscritti di raggiungerle in tempo, se non addirittura di riceverle.  
  • Evita di inviare le email nel fine settimana – Molte persone trascorrono i fine settimana lontano dalle loro email, concentrandosi sulla famiglia o sulle attività all’aperto, quindi potrebbero perdere la tua email.
  • Attenzione alle festività – La tempistica può dipendere dal prodotto. Ad esempio, una promozione natalizia potrebbe funzionare bene durante le feste se vendi articoli da regalo. Ma non è il momento migliore se si vendono servizi aziendali specifici, come la pulizia professionale della casa o un software normalmente utilizzato per il lavoro.
  • Il lunedì e il venerdì sono difficili – Normalmente, se la maggior parte del tuo pubblico è composta da persone che lavorano in orari d’ufficio standard, il primo e l’ultimo giorno della settimana non sono i migliori per raggiungerli via email. Il lunedì sono sommersi dalle email arrivate durante il fine settimana, quindi non hanno il tempo di rispondere alle email personali. Il venerdì, invece, cercano di concludere presto la giornata e non hanno voglia di fare shopping. Tuttavia, se la tua email riguarda qualcosa che potrebbe essere apprezzato durante il fine settimana, come un evento speciale o una promozione, il venerdì potrebbe essere un buon giorno per inviarla.

3. Considera come utilizzare la segmentazione per ogni campagna

Nell’email marketing per eCommerce, sapere come segmentare il pubblico è fondamentale. Tuttavia, è importante non complicare troppo questo processo creando troppi segmenti per ogni campagna. Invece, pensa strategicamente a come segmentare il tuo pubblico ogni volta che ti prepari a inviare un’email.

Ad esempio, se stai promuovendo un prodotto specifico del tuo negozio, non dovrai necessariamente limitare le tue email ai clienti che hanno già acquistato articoli simili. Potrebbe essere altrettanto efficace, o addirittura più efficace, inviare la promozione a tutti i tuoi iscritti – più sono, meglio è. In questo caso, eviterai la segmentazione, risparmiando tempo e lavoro di creazione dei contenuti.

4. Raccogli i dati giusti nei moduli di iscrizione

Quante più informazioni raccogli sui visitatori del sito, tanto migliore sarà l’attività di email marketing per eCommerce. Quando ci si rivolge ai visitatori generici del sito e agli iscritti, per i quali si dispone di informazioni limitate, i formulari di iscrizione sono un mezzo efficace per raccogliere informazioni essenziali. Tuttavia, fai attenzione a non sovraccaricare i visitatori con troppe domande. Punta su una o due domande mirate. Le domande dipendono naturalmente dal tipo di prodotti o servizi che vendi e da come questi dati ti aiutano a convertire il cliente in modo più efficace.

Se non sai come porre tali domande, puoi sempre iniziare con la più semplice: A quali prodotti sei interessato? E assicurati di fornire solo le categorie di prodotti più popolari nelle risposte predefinite. Questo approccio semplifica il processo per i visitatori del sito e ti fornisce validi approfondimenti sulle loro preferenze senza sommergerli con il catalogo completo dei prodotti.

Ogni informazione raccolta diventa un utile tag (o etichetta) nel tuo database di iscritti, aiutandoti a segmentare e adattare i tuoi contenuti di marketing con maggiore precisione.

5. Esplora l’IA per l’email marketing

Alla fine, la creazione di una solida strategia di email marketing per eCommerce si conclude con la creazione dei contenuti delle email e qui è dove molti principianti hanno difficoltà, mentre gli utenti avanzati si preparano al lavoro pesante. È qui che l’intelligenza artificiale viene in aiuto. Abbiamo un ottimo articolo su come utilizzare l’IA per l’email marketing con modelli prompt di email per l’IA come ChatGPT e nello strumento SiteGround Email Marketing per snellire il processo di creazione delle email. Dai un’occhiata per iniziare e risparmiare un sacco di lavoro e risorse!

6. Cerca di distinguerti con contenuti e immagini di qualità

Anche se esegui tutto alla perfezione, la realtà è che ci sono molti negozi di eCommerce che inviano regolarmente email, newsletter e promozioni. Come puoi distinguerti da tutta questa concorrenza? La cosa migliore da fare è concentrarti sulla qualità!

Assicurati di privilegiare la qualità rispetto alla quantità. Questo vale sia per i testi delle email che per le immagini. I contenuti devono essere significativi e utili per gli utenti, mentre le grafiche devono essere realizzate con precisione ed essere pertinenti al contenuto fornito.

Un’altra componente importante di un’email di alta qualità è l’oggetto, che è la prima cosa che gli utenti vedono nella loro casella di posta. Scrivi un oggetto accattivante, ma assicurati che non suoni come spam. Un buon oggetto deve essere breve, semplice e diretto al punto, ma un oggetto di successo fa in modo che gli utenti vogliano aprire immediatamente l’email.

Pro tip: In termini di qualità, è importante che le tue email siano responsive su diversi tipi di dispositivi, sia desktop che mobili.

7. Scegli la giusta piattaforma di email marketing 

Per eseguire il tuo piano di email marketing per eCommerce, avrai bisogno di una piattaforma di email marketing. Esistono molti strumenti di email marketing per l’eCommerce. Anche se non esiste un unico strumento di email marketing, ci sono strumenti che si adattano meglio di altri alle tue esigenze. Considera quali sono le caratteristiche più importanti di cui hai bisogno da uno strumento del genere, prima di prendere una decisione definitiva.

Ad esempio, l’Email Marketing di SiteGround fornisce tutto ciò che serve per creare e inviare campagne di successo in modo facile. È ottimo per iniziare, aiutarti a costruire una mailing list e a mettere in atto le tue campagne email per eCommerce.

Con il plugin WordPress per la lead generation facile da usare, potrai costruire, far crescere e gestire facilmente la tua lista di iscritti aggiungendo automaticamente i lead all’Email Marketing di SiteGround, utilizzando una pagina di disiscrizione pronta all’uso, filtrando i contatti e molto altro ancora.

Inoltre, la creazione di email belle e accattivanti non è mai stata così facile: potrai personalizzare i layout predefiniti, scrivere testi convincenti con l’assistente IA integrato, aggiungere un perfetto tocco grafico con la galleria di immagini generata dall’IA pronta all’uso e sarai pronti a fare le cose in grande!

Come misurare le prestazioni del tuo email marketing per eCommerce?

Immagina di aver creato una lista di 1.000 iscritti. Li coinvolgi con una serie di email, trasformandoli nel tempo in un pubblico fedele e in clienti.

Dopo un po’, però, 400 di questi iscritti iniziano a perdere interesse. Smettono di interagire con le tue email, alla fine smettono di aprirle e si disiscrivono. Di conseguenza, le vendite iniziano a risentirne.

Questo illustra l’importanza fondamentale di comprendere e monitorare le metriche di email marketing. Tenendo sotto controllo queste metriche, è possibile identificare sia i successi che le difficoltà delle campagne email, aiutandoti a mantenere e aumentare le entrate attraverso comunicazioni email strategiche.

Ecco le principali metriche che dovrai misurare e analizzare regolarmente:

  • Tasso di apertura

Il tasso di apertura delle email è la percentuale di utenti che hanno aperto l’email sul numero totale di email consegnate.

Un tasso di apertura più elevato indica generalmente che le tue campagne email sono ben accolte, suggerendo che l’oggetto dell’email è convincente e che hai stabilito una buona reputazione di mittente. I tassi di apertura possono essere influenzati anche dalla tempistica delle email, in quanto l’invio in momenti ottimali, quando i destinatari sono più propensi a controllare la propria casella di posta, può avere un impatto significativo sui tassi di apertura.

  • Tasso di click (CTR)

Il tasso di click (click through rate) misura la percentuale di destinatari che hanno cliccato su un link nell’email, rispetto al numero totale di email consegnate.

Questo parametro è fondamentale perché dimostra quanto il contenuto dell’email sia coinvolgente e rilevante per il pubblico. Un CTR elevato indica che il tuo messaggio è ben accolto dai destinatari, spingendoli ad agire. Per migliorare il CTR è necessario affinare il contenuto del messaggio, utilizzare inviti all’azione chiari e convincenti e assicurarsi che i link siano visibili e pertinenti agli interessi del pubblico.

  • Tasso di conversione

Il tasso di conversione nell’email marketing misura la percentuale di destinatari che completano un’azione desiderata – come la compilazione di un modulo, l’iscrizione a un servizio o l’acquisto di un prodotto – dopo aver cliccato su un link nella tua email.

Questa metrica è fondamentale in quanto è direttamente relativa all’efficacia della tua email nel guidare azioni misurabili che contribuiscono ai tuoi obiettivi aziendali. Per migliorare i tassi di conversione, assicurati che le tue email siano mirate alle preferenze dei destinatari e che le pagine di destinazione a cui rimandano siano ottimizzate per la conversione. Ciò potrebbe comportare la semplificazione del processo di acquisto, la fornitura di informazioni chiare o l’utilizzo di elementi persuasivi come testimonianze degli utenti e garanzie.

È importante scegliere un software di email marketing che tenga traccia delle statistiche di email marketing. Ad esempio, l’Email Marketing di SiteGround ha statistiche integrate per i tassi di apertura, i tassi di click, i tassi di cancellazione e altro. Misurale ed analizzale regolarmente per migliorare le tue email future.

Per concludere

L’email marketing per eCommerce è senza dubbio uno dei canali di marketing più efficaci per il tuo negozio online. Dall’aumento delle vendite attraverso promozioni mirate alla coltivazione delle relazioni con i clienti, che favoriscono la fedeltà e la ripetizione dell’attività, i suoi vantaggi sono molteplici.

Ricorda che il viaggio dell’email marketing è continuo e in continua evoluzione: resta curioso, adattati e mantieni le esigenze dei tuoi clienti in primo piano nelle tue campagne.

Dilyana Kodjamanova

Digital Marketing Specialist

Amante della lettura e sempre desiderosa di immergersi nella scrittura di contenuti tecnici e non.

Inizia la discussione

Post correlati

Sei pronto a iniziare?

Sei pronto a iniziare?

Scegli un hosting che ti aiuti a lanciare e a far crescere il tuo progetto. Nessun rischio con la nostra garanzia di 30 giorni soddisfatti o rimborsati!